Home > Verande > Verande Chiuse Vetri Poterci Abitare 20 11 2017

verande chiuse a vetri per poterci abitare

vorrei chiudere una veranda con i vetri doppi per poter prolungare il soggiorno e godere di uno spazio maggiore. I vicini hanno già chiuso con dei vetri molti anni fa, ma mi dicono che comunque rimane un locale un po freddino in inverno e un po caldo ad agosto. Come si può risolvere questo problema considerando che io vorrei poterci stare bene tutto l'anno? Devo aggiungere una stufa e uno split?

3 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Innanzitutto dovrebbe verificare se nel suo Comune, e più precisamente con le normative locali vigenti, possa essere effettuato tale intervento. Quello che lei vorrebbe fare comporterebbe un aumento di volumetria e quindi la presentazione di una pratica edilizia al comune con il pagamento dei rispettivi oneri. Il fatto che lo abbiano già realizzato altri condomini non è sinonimo di liceità.

Detto ciò, valutata la conformazione del fabbricato, le sue caratteristiche e soprattutto l'esposizione, la veranda o serra bioclimatica, se correttamente progettata con anche opportune schermature per evitare il surriscaldamento estivo, non dovrebbe aver bisogno di impianto di riscaldamento o raffrescamento aggiuntivo. Anzi dovrebbe addirittura apportare una riduzione del fabbisogno di energia per il riscaldamento richiesto dalla stessa unità immobiliare.

Mar, 19:18 annalisa.bonetti86
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Poichè la tematica ci viene sottoposta quasi quotidianamente, saremo piuttosto diretti nella spiegazione.

A. Per poter realizzare una veranda, a partire da un'area in aggetto disponibile (terrazza o balcone), o un "prolungamento" su suolo di proprietà di una zona della casa, climatizzata ed ottimizzata termo-igrometricamente (inutile dire che affinchè sia efficace andrebbe comunque redatto un progetto architettonico/costruttivo ed energetico/ambientale) è necessario ottenere specifiche autorizzazioni, in particolare il PdC (permesso di costruire) ed il deposito di una pratica al Genio Civile (quantomeno un progetto statico/strutturale in asseverazione) con eventuale collaudo, aggiornamento catastale ecc. Ovviamente si prevede il pagamento di oneri concessori.

Purtroppo ciò non è sempre possibile in quanto costruire una veranda (ambiente climatizzato e/o vivibile, con frequentazione/uso continuativo) significa urbanisticamente realizzare un Ampliamento (AMP) che è possibile solo se esiste della cubatura residua, precedentemente non sfruttata per la realizzazione dell'edificio (che a monte deve essere legittimo o legittimato).

B. Diverso invece il caso delle sempre più diffuse Serre Bioclimatiche (o serre solari), vale a dire dei "diaframmi" opportunamente e miticolosamente progettati per assicurare precisi ed importanti benefici in termini di prestazione energetica dell'edificio (banalizzando: accumulo calore invernale, schermatura del calore in estate...riduzione del fabbisogno di energia per la climatizzazione): peccato però che uno dei requisiti fondamentali è quello che il nuovo locale che si verrebbe a creare (totalmente chiuso da pannelli vetrati opportunamente schermati per l'estate) non debba consentire la permanenza delle persone (sono considerati locali tencnici ed è quindi assolutamente vietato l'allestimento del classico ampliamento del soggiorno o della nuova camera).
Non meno importanti gli adempimenti tecnico-normativi che vanno dalla presentazione di una SCIA con allegato progetto energetico, e se si dimostrano particolari "condizioni" (es. Reg. Lazio, Nuovo Reg. Antisismico) è sufficiente il deposito di una progetto statico in asseverazione. il vantaggio è che non si pagano gli oneri concessori a fronte proprio della garanzia che la serra apporti i sopracitati benefici.

Atternzione sia nei casi A che B, in presenza di vincolo paesaggistico la trafila si allunga e la complessità aumenta (aumentano quindi i costi relativi al tecnico abilitato incaricato).

Riguardo eventuali costi: si può stimare un range compreso tra 400 e 800 €/mq (struttura, infissi e schermature).

 

AF+G Architetti - ROMA

Mer, 18:16 afpiug
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 0.
Risposta:

Buongiorno,

La costruzione di una veranda come da lei richiesta e possibile con i nuovi sistemi TodoCristal che e uno sistema di vetrate panoramiche con vetri temperati e bassi emissivi.

Per prima e uno sistema che puo essere chiuso in inverno - chiusure magnetice tra vetri cosi no ci sono problemi e puo essere aperto completo in estate. Per questo sistema si deve chiedere solo CILA e una comunicazione al comune.

Cordiali Saluti.

Mer, 15:35 scortyro
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS