Home > Servizi Professionali > Pdc Sanatoria 27 09 2017

pdc in sanatoria

Salve,

sono riuscito a prendere all’asta la mansarda adiacente alla mia. Solo successivamente, rileggendo l’atto di trasferimento di proprietà mi sono accorto che questa mansarda risulta accatastata come abitazione ma non è stata dichiarata in Comune.

Rileggendo anche la perizia risulta infatti:

 “la mansarda non trova riscontro presso la documentazione depositata in Comune. L’unità immobiliare può essere sanata quale locale accessorio in quanto la normativa vigente, ai sensi del D.P.R. 380/01, prevede la conformità dello strumento urbanistico dell’opera da sanare al momento dell’esecuzione del manufatto, ed al momento del rilascio del Permesso in Sanatoria. L’immobile è stato accatastato come residenza nel 2008, a quell’epoca non si poteva destinare tale unità come abitazione, in quanto mancante dei requisiti per tale destinazione, ad es. altezza interna non regolamentare (minimo 2,70 m, con altezza d’imposta minimo locale abitabile 2,10 m). Con l’accertamento di conformità è possibile sanare le partizioni interne, con acuni interventi quali controsoffittature per rispettare l’altezza media ponderale per i locali accessori in sottotetto. Il recupero ad abitazione è possibile solamente dopo la chiusura del provvedimento edilizio in sanatoria. Inoltre per rendere abitazione l’unità in sottotetto occorre avere di pertinenza un box e/o monetizzare un posto auto. Al momento l’unità risulta priva di autorimessa di pertinenza. Attualmente l’isolamento termico delle ripartizioni dell’unità non garantisce i requisiti minimi stabiliti per legge per le abitazioni, così dicasi anche per l’impiantistica: l’unità è priva di fonti rinnovabili”.

 

Inoltre il perito indica che l’immobile è non conforme ma regolarizzabile come locale accessorio attraverso una nuova planimetria catastale con destinazione corretta a seguito sanatoria.

La mia idea era di unire la mia attuale mansarda (che è del tutto regolare a abitabile) a questa mansarda presa all’asta, pensavo di fare una manutenzione straordinaria per fusione (avendo anche le detrazioni fiscali) ma a questo punto non so come fare. Devo rendere abitabile la nuova mansarda con grandi costi (monetizzazione box, impianti fonti rinnovabili, coibentazione, ecc.) oppure la regolarizzo solo catastalmente in modo che risulti locale accessorio ma poi di fatto la ristrutturo per utilizzarla come abitazione?

Vi chiedo per favore un aiuto a capire…

Grazie 

2 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Non è possibile regolarizzarla solo con il catasto: l'aggiornamento catastale viene redatto solo DOPO la regolarizzazione edilizia presso gli uffici comunali. Il catasto NON certifica nulla e non ha nessun valore documentale in questo senso. Il catasto serve principalmente per tasse, irpef, ecc, ha più una funzione fiscale.

Pertanto, il mio consiglio è di rivolgerti ad un professionista per la regolarizzazione EDILIZIA della mansarda. 

Ven, 12:46 stefan.domina
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

SALVE,

IL SUO CASO ANDREBBE VISTO NELLO SPECIFICO PER MEGLIO CAPIRE COME ISTRUIRE LA PRATICA DI SANATORIA DELL'IMMOBILE CHE A ME PARE POSSIBILE.

LA NORME URBANISTICHE CON IL PIANO CASA CONSENTONO IN LINEA GENERALE LE TRASFORMAZIONI DELLE DESTINAZIONI D'USO DA DEPOSITO A CIVILE ABITAZIONE.

VANNO QUINDI VERIFICATI I PRESUPPOSTI DI LEGGE ATTRAVERSO I QUALI POI INOLTRARE LA PRATICA IN COMUNE.

SALUTI

ARCH. EMANUELE MAZZA

 

Sab, 18:57 emanuele.mazza
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Trova Professionisti GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi Parere GRATIS