Home > Servizi Professionali > Modifica Piantina Catastale O Posso Evitare 09 05 2017

modifica piantina catastale o posso evitare?

sono in procinto di vendere un bilocale ristrutturato da 5 anni. Durante i lavori ho fatto eseguire una modifica al bagno, perchè non potendo installare la cassetta di scarico nella parete o dovuto creare un muretto, che poi alla fine dei lavori non è stato indicato nelle planimetrie al comune e al catasto. Vorrei aggiornare la piantina catastale, perchè un amico dell'agenzia immobiliare, mi ha fatto notare che un perito della banca potrebbe non accettare una differenza tra piantina catastale e il progetto realizzato. E' effettivamente così? Sinceramente mi spiacerebbe dover perdere un eventule cliente o avere problemi dopo l'eventuale rogito... non so che fare! Potreste aiutarmi con dei vostri suggerimenti?

4 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Gentile Lear 83, sembrerà paradossale ma un manufatto di piccola entità, come quello che ha fatto realizzare nel bagno, potrebbe in effetti generare problemi anche nel momento in cui il perito di una banca dovesse valutare la rispondenza tra la planimetria del catasto ora in suo possesso e quanto effettivamente realizzato.

Per un muretto dietro i sanitari, e solo per una piccola difformità come questa, potrebbe anche ottenere un aggiornamento catastale senza presentare in comune una pratica edilizia ma, in fase di rogito, dato che il notaio dovrà confrontare la planimetria catastale con quella della pratica edlilizia - in questo caso CILA - che ha generato la piccola variazione, presentare in comune una CILA è una strada obbligata.

I costi complessivi dell'operazione, comprendenti presentazione della pratica e aggiornamento catastale successivo, possono oscillare tra gli 800 euro e i 1200 euro.

Roberto Rocchetta Architetto 

 

 

Gio, 12:46 Roberto Rocchetta
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Attualmente ad ogni rogito il notaio è tenuto a verificare la coincidenza tra stato realizzato e stato presentato al catasto, ed è tenuto ad annullare il rogito in caso contrario.

Per interventi interni di questo tipo le conviene presentare in comune una CILA, comunicazione inizio lavori asseverata, come se dovesse ancora eseguire i lavori ed insieguito fare un aggiornamento catastale. 

Questa operazione le impiegherà una settimana circa ed un costo dai 500 ai 1000 per un tecnico, ma non avrà soprese al rogito.

 

Gio, 10:59 martinabasso.arch
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Purtroppo per lei, anche io concordo con i miei colleghi.

Prima di buttare giù o tirare sù dei muri, occorre presentare una CILA in comune, pena la sanzione pecuniaria di 1000€!

Naturalmente va pagato un professionista il quale, spero, chieda una somma proporzionata al tipo di intervento. Questi provvederà a tutte le pratiche amministrative (CILA, DOCFA) e a non farla incappare in una MANCATA compravendita immobiliare.

E aggiungo un'espressione liberatoria, che penso molti miei colleghi approveranno:ù

E PAGAT

Gio, 14:55 m.gabriele
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Nel caso specifico il muretto "basso" si può ritenere  un separè, la posa dello stesso non ha creato vani in più quindi auento di superfici anche se questi rappresentano vani accessori, quindi secondo esperienza personale non occorre apportare variazioni catastali di nessun tipo.

Gio, 20:03 Geotec-costruzioni Geometra Paolo Ingrassia
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Trova Professionisti GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi Parere GRATIS