Home > Servizi Professionali > Doppia Conformità una Costruzione Sanatoria 06 09 2017

doppia conformità per una costruzione in sanatoria

Mi è stato chiesto di accatastare un immobile per cui la prima cosa che ho fatto è andare in comune per chiedere i progetti depositati. L'unico progetto presente è un progetto di ampliamento. Ora, nel fare il sopralluogo per verificare le misure, ho constatato che ci sono degli abusi e precisamente: nel progetto di ampliamento era prevista una veranda aperta di 17 mq. In fase di realizzazione il bagno è stato realizzato dove era prevista la veranda. Inoltre fronte il fabbricato è stato realizzata una cantina di circa 40 mq non presente nell'ampliamento. Non mi sono mai imbattuta in casi del genere. In Comune mi hanno chiesto il progetto allo stato attuale e gli oneri di urbanizzazione. Hanno fatto il sopralluogo e hanno constatato che la sanatoria è fattibile in quanto ricadente in zona B, all'interno di un lotto di 800 mq. Dovrei quindi presentare una richiesta di permesso di costruire in sanatoria. Il mio dubbio è come relazionare la doppia conformità. Avete una relazione tipo? Grazie a chi vorrà aiutarmi

4 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Buonasera

si possono fare senza problemi , prima si deve presentare al comune la domanda di sanatoria per le parti abusive, pagando naturalmente sanzione e oneri di urbanizzazione relativi, dopo di che, una volta che il comune ha rilasciato la sanatoria si procede all'accatastamento degli immobili.

Arch. Bindi

Gio, 18:02 biromax00
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

La doppia conformità si assevera, come si assevera la legittimità della preesistenza: bisogna verificare preliminarmente la sussistenza effettiva dei requisiti (opere realizzate legittimabili all'epoca dell'abuso), facendo accertamenti di archivio.

AF+G Architetti - Roma

Gio, 11:38 afpiug
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 0.
Risposta:

Concordo con quanto già riportato dai colleghi.

La prima cosa  da fare è di certo un accesso agli atti amministrativi per poter verificare così le precedenti pratiche edilizie e quanto ivi riportato.

Effettuare un sopralluogo ed un rilievo manuale del fabbricato.

Preparare la documentazione comrpensiva di modulistica permesso a costruire, elaborati grafici, relazione tecnica ed allegati ed infine procedere, solo a seguito di rilascio del nulla osta, a tutto ciò che concerne l'accatastamento, eventuale tipo mappale per perfezionamento della mappa a seguito di ampliamento ed infine presentare nuova planimetria catastale.

Geometra Massimo Pacella

 

Lun, 12:09 Geometra Massimo Pacella
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 0.
Risposta:

salve,

esistono ormai i modelli unificati per la richiesta di concessione in sanatoria editabili e in formato pdf. ti consiglio di utilizzarli, ho gia' avuto esperienza in un caso simile al tuo, e nel loro interno contengono i riquadri da compilare per la doppia ceritificazione secondo cui l'abuso è conforme sia alle norme attuali che a quelle passate risalenti al periodo in cui è stato eseguito.

saluti

arch. emanuele mazza

 

Gio, 12:48 emanuele.mazza
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Trova Professionisti GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi Parere GRATIS