Home > Servizi Professionali > Che Costi Ha Progettare E Costruire una Casa Passiva 05 06 2017

che costi ha progettare e costruire una casa passiva?

Sento sempre più spesso parlare di risparmio energetico e di casa passiva, che è un concetto che mi affascina molto visto che consentirebbe di diventare indipendente dal gas (che se si diffondesse cambierebbe gli equilibri geopolitici mondiali…) e di poter produrre direttamente l’energia consumata, per esempio con un impianto fotovoltaico. Pur trovando diverse informazioni sul web, non è però facile trovare facilmente professionisti competenti in materia e mi sembra sia ancora più difficile trovare imprese specializzate, considerato che rimane ancora una nicchia.

Perciò vorrei rivolgere a voi professionisti le seguenti domande:

-       È davvero possibile costruire una casa passiva?

-       Quali sono i professionisti a cui rivolgersi? Quali titoli devono avere? Ci sono elenchi di professionisti esperti in materia? Quanto costa la progettazione?

-       Quanto costerebbe una casa passiva costruita ex novo al metro quadro (per esempio una villetta di due piani più taverna da 250 mq totali)?

Grazie dell’aiuto!

Buongiorno,

mi chiedevo se la risposta fosse chiara.

Saluti

- mcb progetti - Gio, 17:11 -
2 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 4.
Risposta:

Buonasera,

mi scuso del ritardo nella risposta ma mi sono voluto dilungare nella comprensione delle sue richieste.

Sono Lorenzo Maggi, geometra fondatore dello studio MCB progetti di Broni, da anni specializzati nella progettazione di abitazioni ecologiche a basso impatto ambientale. (in foto il nostro intervento di demolizione di vecchia abitazione di cortile e successiva ricostruzione in legno e paglia)

Se le rispondessi banalmente "Passi in ufficio che le spiego" andrei contro l'etica del portale quindi vediamo di andare passo a passo.

Accetto la sua provocazione dell'indipendenza da metano, che per'altro ritengo molto interessante ed audace, l'abitazione che vede in foto è riscaldata con una pompa di calore aria-aria e l'acqua calda sanitaria ACS è prodotta mediante un bollitore elettrico integrato nel periodo estivo da pannelli solari termici.

In materia di case passive, i professionisti percorrono diverse strade di formazione e non è spesso facile individuare gli attori con le caratteristiche necessarie per portare a compimento i propri obbiettivi, così vale per le imprese che specialmente nel nostro territorio sono molto radicate alla tradizione del mattone.

E' possibile quindi relaizzare una casa passiva? La risposta è Si! E' possibile in quanto oggi ci sono materiali e tecnche costruttive che consento di realizzare involucri molto performanti dal punto di vista termico, che disperdono sempre meno, che sono sempre più alla portata di tutti e che hanno durata illimitata. E' possibile anche grazie ai futuristici sistemi impiantistici, le pompe di calore ad esempio rendono mediamente 3 volte l'energia che assorbono per produrla, i pannelli solari termici ovvero i termodinamici sfruttano il sole per produrre l'acqua calda, la tecnologia a Led consente assorbimenti minimi di corrente per illuminazione ed intrattenimento che quindi può essere facilmente riprodotta con l'utilizzo di fotovoltaico ed accumuli al litio.

Per quanto riguarda i professionisti posso dire che nel nostro Team abbiamo formazione ed attestati specifici riguardanti la progettazione di case ecologiche, consulenti CasaClima (leader nel settore del risparmio energetico), termotecnici che ogni giorno si occupano di risparmio energetico e progettisti esperti. Non ha un costo fisso ma di certo le posso dire che una progettazione di qualità per l'abitazione che richiede non le costa mille euro e la invito a diffidare a chi gliela proporrà, bensì la invito a diffidare anche da chi gliene chiede cinquantamila perchè la sta prendendo in giro. Scherzi a parte, dipende molto dalla zona, dalle strutture ma soprattutto dalla complessità delle idee.

Il costo è sempre il punto dolente, in modo molto schietto le divido in due parti chi realizza in bioedilizia e chi case passive, la differenza è sostanzialmente questa: chi fa bioedilizia la vende molto più cara rispetto al mattone, si parla di cifre improponibili con la scusa che i materiali sono bio o provenienti da filiera corta ecc.. le pubblicità delle case passive invece che trova in giro menzionano prezzi molto abbordabili, talvolta inferiori al tradizionale ma sono quasi tutte prefabbricate, quindi arriva il commerciale a casa col suo bel catalogo colorato e le chiede di scegliere un modello.

La nostra etica progettuale è differente, noi vogliamo offrire un prodotto ottimo al giusto prezzo lasciando la piena libertà progettuale e di scelta, potendo quindi plasmare la casa ideale attorno ai sogni del cliente e NON attraverso un catalogo poichè i bisogni e i gusti di ognuno sono differenti.

Solitamente per una soluzione passiva base partiamo dai 1400/1500 €/mq. quindi applichi pure questo valore come riferimento per i suoi conti (ricordando che sono comprese finiture, ventilazione meccanizzata, impianto fotovoltaico con accumulo) ai quali deve aggiungere però il costo dell'eventuale terreno di suo gradimento, gli oneri comunali e le parcelle tecniche.

Sperando di aver sanato qualche curiosità, le ricordo che siamo a Sua completa disposizione.

Cordiali Saluti

geom. Lorenzo Maggi per MCB progetti - Broni

Mar, 19:00 mcb progetti
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Buona giornata sig. Conti,

concordo in via generale con quanto scritto da chi mi ha preceduto.

Io volevo andare diretto e specificarle alcune considerazioni molto semplici ma dal mio punto di vista importanti per Lei e che vanno a rispondere puntualmente (per come le ha poste):

A - Non solo è possile ma addirittura ci sono anche "case attive" e cioè producono più di quanto consumano, ma non nel futuro ci sono già diversi esempi che hanno alcuni decenni. Il problema sig. Conti non sono gli equilibri geopolitici ma semplicemente è il fatto che i progetti vengono commissionati per essere sempre al limite minimo stabilito dalle norme (e se siamo un pochino fuori al massimo si condona!!!) mentre invece si deve capire che un buon Processo edilizio (io lo chiamo così) "deve essere" obbligatoriamente a norma ma nessuno ci impedisce di aumentare i livelli prestazionali soprattutto se poi negli immobili ci dobbiamo passare tutta la vita.

Già oggi esistono norme (in Lombardia ad esempio ma non solo) che obbligano a realizzare Edifici NZEB (cioè edifici a energia quasi 0);

B - Innanzitutto ogni Professionista è iscritto ad un Albo (o Collegio) pubblico (servono a questo gli Ordini) e pertanto sono registrati solo chi ha i titoli specifici. La differente formazione appunto differenzia le varie figure professionali (in pratica Architetti, Ingegneri, etc., come avrà intuito, non possono e non devono fare le stesse cose...anche se molte volte non è così). Oggi inoltre con la formazione obbligatoria e continua (ogni Professionista deve raggiungere dei crediti minimi nel corso del Triennio) sta aumentando le competenze e le specializzazioni. Ritengo che per un efficace ed efficiente Progetto c'è la necessità di Progettazioni Integrate fatte dai migliori specialisti;

Non esistono elenchi speciali "assoluti", deve semplicemente farsi dare l'elenco delle competenze certificate, i lavori svolti (quest'ultimo aspetto non lo prenda però troppo rigidamente perchè così facendo può andare a scartare giovani veramente bravi e preparati solo perchè hanno poche opere all'attivo ufficiali o peggio ancora hanno invece progettazioni importanti all'attivo ma lavorando "per altri" colleghi e pertanto non possono dirle che hanno realizzato un'opera solo perchè non firmata da loro);

Per quanto riguarda i costi della progettazione non esistono dei parametri perchè è da alcuni anni che non vi sono le tariffe minime (essendo i Professionisti una super-casta bisognava liberalizzare il mercato) e adesso esistono cifre differenti per fare le stesse cose e nessuno riesce più a capire quale è il prezzo corretto per una Prestazione.

Qui le posso dare solo un consiglio, si faccia dare dall'Ordine (organo terzo) una indicazione di massima di cosa serve per il tipo di lavoro di cui ha bisogno che le garantisca la corretta Prestazione Specialistica, poi prenda carta e penna e si faccia i classici "due conti della serva". Per essere chiaro e farle un esempio, se per una ristrutturazione serve fare una Seria diagnosi completa (energetica e non) a cui servono almeno 20 ore e il Professionista le indica una prestazione di 30€ (come capita in alcuni portali e non solo) mi capisce che questo Professionista sta lavorando per 1.5 €/ora. Si faccia quindi Lei alcune domande perchè appunto non è il prezzo che è per forza sinonimo di qualità (o non qualità) della Prestazione specialistica. Resta ovvio che non si può nemmeno dire che siccome "costa caro" un Professionista è bravo. Identico discorso vale per le Imprese.

C - Sul costo al mq diciamo che i prezzi dipendono dalla zona dell'intervento e le tecnologie costruttive adottate. Si ricordi però questo, siccome Involucro ed Impianti "sono collegati" più investo nel primo e meno costa l'altro. Se il Professionista le presenta un Computo Metrico Estimativo con alti costi di tutti e due gli Elementi significa che c'è qualcosa che non va.

Ultimi due consigli:

- E' importante dal mio punto di vista che si faccia affiancare da un serio Professionista che la ascolti soprattutto nelle prime fasi. Il Serio Professionista deve aiutarla a farle individuare gli Obiettivi fondamentali del Progetto. Bisogna in sostanza definire da dove si parte e prospettare dove si vuole arrivare. Quindi solo dopo questi primi momenti (che magari le sembrerà forse che hanno bisogno di troppo tempo) si possono cominciare a fare le prime proposte. Chi arriva subito con una proposta (ascoltandola poco) io diffiderei;

- l'aspetto del Contratto tra Lei e il Professionista è fondamentale e pertanto i Professionisti per obblighi deontologici (le norme le può scaricare nei rispettivi siti dei Consigli Nazionali) devono appunto dopo una prima analisi (che le descrivevo qui sopra) le devono esporre un chiaro Preventivo delle Prestazioni con i relativi Tempi e Costi. Questo serve appunto a Lei per poter comparare (a parità di uguali Prestazioni) i vari Professionisti.

Cordialità.

Arch. Matteo Seghezzi

Lun, 17:01 seghezziarchitettura
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS