Home > Ristrutturazione Bagno > Ristrutturazione Bagno Disabile Ristrutturazione 25 03 2016

ristrutturazione bagno disabile + ristrutturazione

Ho necessità di adeguare un bagno esistente completamente per uso disabile + creazione di un nuovo servizio igienico e riqualificare completamente l'apaprtamento. Di quali incentivi fiscali potrei usufruire? Vi sono agevolazioni con l'iva? 

Potreste cortesemente indicarmi come muovermi per ottenere i permessi e poter quindi procedere velocemente?

6 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Concordo con quanto detto dal collega, completo ed esaustivo.

Volevo solo porre l'accento sul tipo di pratica relativa all'adeguamento del servizio igienico e la realizzazione di quello nuovo.

Trattasi tipicamente di lavori di: 

  •  manutenzione straordinaria

ottenibili di solito con una pratica che si chiama SCIA (segnalazione Certificata di Inizio Attività). Solo un professionista può compilarla.

Attenzione: non tutti i lavori sono detraibili allo stesso modo e non su tutti è applicabile l'IVA al 10%.

Quest'ultima è applicabile:

  • sulle prestazioni di servizi ( per esempio sui lavori idraulici, edili, di tinteggiatura etc)

ma non è applicabile

  • sulle prestazioni professionali ( ad ex quella dell'architetto che le prepara la pratica)
  • a materiali forniti da un soggetto diverso da quello che esegue i lavori ( se per esempio le piastrelle non le venissero posate dal rivenditore non usufruirebbero dell'iva agevolata)
  • a materiali o beni acquistati direttamente dal committente.
Ven, 20:18 arianna.pozzuolo
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Ovviamente in questa sede diventa "difficile" perchè giustamente non conosco approfonditamente la "situazione di partenza" e pertanto innanzitutto si rivolga ad un serio Professionista di fiducia che analizzando appunto nel merito la sua situazione reale riesce, anche in poco tempo, ad essere in grado di avere una proposta per procedere (anche in termini di inizio lavori).

Sulla questione "Pratiche" (dipende sempre da Regione e Regione) ma possiamo dire che non ci sono problematicità per le tempistiche per quei tipi di intervento che lei ha in mente (al massimo un mese, salvo problemi riscontrati nell'analisi iniziale).

Per gli interventi da lei descritti (specifici e generici) può usufruire fiscalmente ovviamente di quanto stabilisce la normativa attuale (50%-65%-Conto Termico, Bonus mobili, etc.) e per quanto riguarda l'IVA è anch'essa agevolata (normalmente 10% - 4% per superamento delle barriere architettoniche).

Per approfondire le allego qui sotto il link dove potrà scaricare tutte le guide (aggiornate pochi giorni fa) redatte dall'Agenzia delle Entrate e specifiche degli incentivi fiscali (50%-65%-Bonus Mobili):

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/agenzia/agenzia+...

Inoltre le allego anche il link diretto dove potrà scaricare la guida (aggiornata pochi giorni fa) redatta dall'Agenzia delle Entrate per le persone con disabilità:

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+com...

 

 

Ven, 18:26 seghezziarchitettura
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Per i lavori di cui necessita è sufficiente predisporre una C.I.A.L. (comunque la pratica va redatta da un professionista abilitato) se, come immagino, non deve effettuare interventi che incidano sulle parti strutturali dell'immobile.

Questa tipologia di pratica edilizia consente al proprietario, dopo la presentazione presso gli uffici comunali competenti, di partire immediatamente con i lavori.

La pratica è gratuita (ovvero non ci sono oneri di alcun tipo da versare al comune).

Comunque, per una maggiore informazione in merito a tutte le agevolazioni consiglio di visitare il sito ufficiale dell'Agenzia delle Entrate

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+com...

Qui troverà e potrà scaricare direttamente, il documento in formato .pdf aggiornato a Marzo 2016.

Lun, 17:29 cristian.sporzon
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Concordo con quanto già scritto dai colleghi, Lei può sicuramente ottenere la detrazione del 50% per ristrutturazione od in alternativa quella del 65 % su porta delle migliorie anche dal punto di vista del risparmio energetico.

Per quanto concerne le agevolazioni per i disabili, dovrebbe rivolgersi ad un commercialista od ai patronati che la potranno supportare al meglio per capire se queste sono comulabili con quelle sopra citate od alternative.

Per la pratica comunale deve rivolgersi ad un professionista del luogo che la potrà seguire sia per quanto concerne il tipo di pratica da presentare (SCIA, CILA, Permesso di Costruiire, ecc.) a seconda della collocazione dell'immobile nell'azzonamento del PGT (Piano del Governo del Territorio) o PRG e che tipo di modifiche per visitabilità accessibilità ed adattabilità si dovranno eseguire.

Mar, 8:57 vecchio.franchi
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Il modo più veloce di procedere é contattare un professionista che, in seguito a sopralluogo e aver chiarito con lei le sue esigenze, redigerà un progetto architettonico corredato dei costi delle lavorazioni.

Se non ci sono esigenze particolari di "toccare" le parti strutturali allora si dovrà  presentare allo sportello unico dell'edilizia una CILA per interventi di manutenzione straordinaria, come l'apertura di porte interne o lo spostamento di pareti interne.

Per poter sfruttare l’agevolazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie, compresa anche la progettazione, é fondamentale pagare il professionista, l'impresa e i fornitori a mezzo di bonifico bancario "parlante". Infatti le fatture relative ai lavori eseguiti sono documenti fondamentali per accedere alle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie (50%) e per il risparmio energetico (65%).

Di seguito il link ai vademecum dell'Agenzia delle Entrate relativi alle agevolazioni fiscali:

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/agenzia/agenzia+comunica/prodotti+editoriali/guide+fiscali/agenzia+informa

Mer, 16:56 silviagambula
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Quello di cui puo usufruire sono le agevolazioni fiscali al 50% attraverso una pratica urbanistica come (S.C.I.A., C.I.L.A.) 

Mar, 10:09 arch.carmenscuteri
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS