Home > Ristrutturazione Bagno > Come Ristrutturare il Bagno E Mantenere il Valore 23 11 2017

come ristrutturare il bagno e mantenere il valore

Abbiamo appena comprato un appartamento di 75 mq e vorremmo ristrutturarlo. Purtroppo ha un solo bagno e forse la possibilità di aggiungere un piccolo bagnetto nella zona notte. L'esecuzione di questo bagno è piuttosto complicata perchè a pavimento passa un impianto di riscaldamento alimentato da caldaia condominiale. 

A vostro avviso è possibile eliminare l'impianto radiante condominiale e staccarsi dal condominio? Se si, rifaremmo tutto l'impianto di riscaldamento dato che la casa è degli anni 70. 

Nel bagno nella zona notte non riusciremmo a ricavare ne vasca, ne doccia quindi pensavamo di installare entrambe nel bagno principale che risulta essere piuttosto grande. Ha senso secondo voi? Ha un valore nella zona notte un piccolissimo servizio igienico con solo wc e lavabo? Lo chiediamo perchè - per i motivi sopra esposti - siamo dubbiosi sul valore che potrebbe avere la casa dopo la ristrutturazione con questa tipologia di locali servizio. 

3 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Per potersi staccare dall'impianto condominiale Lei deve avere prima l'approvazione dell'assemblea condominiale e comunque Lei pagherà una quota base anche dell'impianto condominiale in quanto lo stesso è stato progettato per soddisfare anche le Sue esigenze. Per quanto riguarda il rifacimento dell'impianto lo stesso è possibile, ma bisogna fare molta attenzione su come è stato realizzato l'impianto perchè dalla Sua descrizione sembrerebbe, vista anche l'età dell'impianto, che sia stato realizzato all'interno della soletta pertanto molto difficile da intercettare, di conseguenza se così fosse  potrebbe comunque realizzare le opere senza modificare l'impianto, ovviamente prima di poter procedere con un intervento simile è opportuno un accurato sopralluogo.

Ven, 9:34 paolo.capristo
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Poichè la tipologia di intervento prevede la necessità di autorizzazioni a monte, sovraordinate a quelle condoiminiali e la redazione di un progetto con relativa relazione tecnica asseverata, il consiglio è piuttosto quello di contattare un professionista abilitato (architetto, ingegnere, geometra) che saprà risolvere le problematiche tecniche, amministrative e le esigenze contingenti, funzionali, qualitative, economiche e sopratutto architettoniche.

Il valore dell'abitazione verrebbe comunque meno nel caso di un intervento freestyle. Questo è proprio il classico caso in cui SERVE un progettista.

AF+G Architetti - Roma

Ven, 17:00 afpiug
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Sono pienamente d'accordo con quanto detto, soprattutto sul punto evidenziato dal collega @afpiug. Il "fai da te" potrebbe essere controproducente in quanto il valore aggiunto è dato proprio dal tecnico professionista.

Mar, 9:36 arch. Armando Tomasi
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS