Home > Riscaldamento E Climatizzazione > Unità Esterna Condizionatore Unica O Tante Piccole 10 04 2017

unità esterna condizionatore unica o tante piccole?

Nell’azienda in cui lavoro stanno predisponendo la realizzazione di una piccola palazzina per circa 300 metri quadri di uffici in cui dovranno lavorare una quindicina di persone tra cui io. Poiché sono direttamente coinvolto e poiché il condizionamento dell’aria è qualcosa con cui si fa i conti tutti i giorni, vorrei capire se, per fare sia il caldo che il freddo, è meglio una soluzione con uno split pompa di calore per ciascun locale e unìunità esterna per ogni split (cosa che esteticamente è brutta ma forse da più flessibilità di utilizzo) oppure se è da preferire una soluzione centralizzata (mi hanno parlato di vrv e vrf ma non so cosa siano) con un motore grande esterno e tanti diffusori interni (uno per ogni locale). Potreste darmi maggiori informazioni su quali siano le migliori soluzioni in questo caso, sia come tecnologica che come efficienza che come spesa? Grazie

3 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Si possono impostare varie filosofie di impianto di climatizzazione, logicamente con costi differenti.

Non è indicato se i 300 mq di uffici sono maggiormente in open space o singoli uffici;

in entrambi i casi, un sistema VRV/VRF è la soluzione migliore;

http://www.microclima.it/servizi/sistemi-vrf-vrv/

nel link è riportata un semplice chiarimento circa il funzionamento del sistema, che può considerarsi come una evoluzione moderna di un impainto multisplit, cioè una unità esterna (in questo caso comunque composta da più unità collegate), e tante unità interne comunque gestibili internamente in maniera autonoma con telecomandi, centraline a muro con temperatura/velocità ventilatore/caldo/freddo.

Un sistema VRV/VRF per 300 mq può avere un costo compreso in un range tra 20.000/30.000€ secondo molte variabili.

Mer, 0:17 GianpieroMeroni
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Innanzitutto sono due considerazioni differenti e, soprattutto in questo periodo, la decisione per una o per l'altra varia da un punto di vista economico.

Questa differenza, di solito, non è minima e quindi si va sceglie spesso l'opzione meno costosa.

Secondo il mio personale parere, per esperienza vissuta, è meglio una soluzione centralizzata con un motore esterno. Sono macchine più efficienti ed hanno prestazioni notevoli. Però è la via più costosa.

Lun, 15:33 arch_dg
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

La risposta in parte se l'è già data.

Se sceglie singole macchine avrà questo vantaggio: decidere lei la temperatura interna della stanza.

Gli svantaggi sono

  • l'impatto estetico sulla facciata (tanti motori quanti sono i condizionatori)
  • maggiori costi di realizzo
  • maggiori costi energetici
  • minore efficienza delle macchine.

Potreste pensare a condizionatori dual o trial... meno motori esterni e una migliore efficienza dei consumi.

Mar, 23:21 m.gabriele
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS