Home > Riscaldamento E Climatizzazione > Installazione Condizionatori Milano 06 06 2016

installazione condizionatori a milano

installazione condizionatori milano

Come ogni anno si avvicina il caldo e per essere sicuri di trovare il sistema di condizionamento più adatto conviene muoversi per tempo!

Se a questo si aggiungono le temperature in continua ascesa a causa del riscaldamento globale, non è detto che se non abbiamo avuto bisogno di condizionatori finora non ne avremo nel futuro!

Prima di correre all’acquisto, bisogna capire meglio di cosa si parla.

Innanzitutto bisogna distinguere tra pompe di calore e raffrescatori. Le prime sono capaci sia di riscaldare che di raffrescare, i secondi solo di raffrescare.

Se viviamo in una zona dove l’inverno non è molto rigido e la sorgente fredda non è costituita dall’aria e se gli ambienti da raffrescare sono più piccoli di 50 mq allora conviene scegliere la pompa di calore.

Ecco 10 cose da considerare prima di acquistare un condizionatore:

1.    Marchi di sicurezza e qualità

Più ci sono certificazioni maggiore è la garanzia di risparmio, efficienza e affidabilità (p.es. Eurovent, ISO9001, ISO14001, CE).

2.    Capacità di raffreddamento

Espressa in Btu/h o in kW. Più questi valori sono alti significano maggiore è la potenza dell’impianto.

3.    Consumo energetico

Più raffreddano più consumano, pertanto conviene scegliere un prodotto con elevata classe di consumo energetico:

AA:ottimo
A:buono
B:più di medio

C:medio

D:mediocre
E:basso
F:molto basso

G: pessimo

Le classi più alte (AA-A-B) solitamente hanno la tecnologia inverter, mentre spesso i condizionatori con tecnologia on-off non vanno al di sopra della classe C. A tal proposito occorre fare la distinzione tra queste due famiglie, i condizionatori d'aria on-off e quelli ad inverter.

I condizionatori tipo “on-off” sono più semplici e meno costosi, ma con consumo elevato (classi dalla C in giù)

I condizionatori con inverter sono “modulanti” ovvero utilizzano solo la potenza che serve per raggiungere la temperatura impostata, consumando quindi meno (classi AA-A-B)

4.    Rumorosità

I condizionatori portatili sono più rumorosi rispetto ai fissi

5.    Inverter

L’inverter serve a mantenere stabile la temperatura una volta raggiunta. In tal modo si riducono i consumi e i cambiamenti di temperatura variano di solo 0,5 °C.

6.    Timer e termostato digitale

Per programmare accensione e spegnimento dell’apparecchio.

7.    Condizionatori fissi o portatili

I condizionatori fissi costano meno di quelli portatili, sono più silenziosi, consumano meno, ma devono essere installati da personale qualificato.

8.    Locali da condizionare

Per un appartamento normale si può optare per un unico split nel corridoio con condizionatore “on-off” che consuma di più ma ha un flusso d’aria costante e si può decidere di aprire le porte delle sole stanze che si vogliono raffrescare oppure si può optare per l’installazione di uno split per ogni stanza con condizionatore dual o trial e con inverter. In questo caso bisogna considerare che da ogni split interno devono partire i tubi per il liquido di refrigeramento che arrivano alla macchina esterna e gli scarichi per la condensa che (di norma) devono essere collegati agli scarichi dell'abitazione.

La soluzione giusta deve essere presa dopo il sopralluogo di un tecnico installatore che potrà consigliarvi se usare tre macchine indipendenti (mono) o una unica pompa di calore (trial).

9.    Costi

Premesso che è necessario sempre capire posizione e distanza tra motore e split e tra split e scarico, un costo medio tutto compreso nella città di Milano e dintorni è di circa 600 euro a condizionatore, comprese assistenze murarie, allaccio elettrico, idrico, montaggio motore e montaggio split.

Se si vuole invece la sola installazione, è facile trovare rivenditori a Milano e dintorni che offrono un prezzo convenzionato oltre all'acquisto del condizionatore: tra i 150 e i 250 per il montaggio di un mono (uno split e una pompa di calore esterna). Conviene essere molto chiari sulla disposizione delle macchine e sul percorso dei tubi per evitare incrementi dei costi.

 

10. E infine…

·         E’ sempre buona norma rivolgersi a un tecnico che ci potrà consigliare le macchina più appropriate e individuare la posizione ottimale (piccoli accorgimenti possono portare un notevole risparmio di energia e denaro sia per l’installazione che per la successiva manutenzione)

·         Ovviamente l’installazione dovrà essere effettuata da installatori professionisti con l’assistenza di un muratore che interviene all'interno per mettere sotto traccia cavi e tubi di espulsione condensa e umidità.

·         Forti sbalzi di temperatura fanno male alla salute, è quindi consigliabile non raffreddare troppo gli ambienti.

·         Evitare di dormire col condizionatore acceso.

·         Effettuare una corretta e periodica manutenzione dell’impianto attraverso il lavaggio dei filtri.

·         Evitare che tra esterno ed interno ci siano una differenza di temperatura superiore ai 7 °C

Se hai le idee più chiari e sei pronto per affrontare al meglio la calura estiva, chiedi subito un preventivo su Ristrutturosicuro!

Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS