Home > Piastrelle Rivestimenti > Rivestire con la Resina 31 03 2016

rivestire con la resina

Ho acquistato con il mio compagno un appartamento e vorremmo investire un budget abbastanza limitato per sistemare alcune cose che non ci piaciono. Tra queste ci sono i bagni che sono ristrutturati da poco, ma con piastrelle che non incontrano i nostri gusti.

E' possibile e sopratutto è consigliato rivestire le piastrelle esistenti sia a pavimento che a parete con la resina? In alternativa, valuteremmo almeno di fare questo lavoro solo sulle pareti.. e potremmo valutare di piastrellare nuovamente il pavimento.

E' necessario fare qualche considerazione nel valutare un eventuale preventivo? Ad esempio, il colore della resina è possibile sceglierlo da una tabella colori o va deciso sul momento?

5 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Si, rivestire pavimenti e rivestimenti con Resina è possibile ed il risultato, sempre che il lavoro venga svolto da ditta specializzata con maestranze adeguatamente formate, è di sicuro effetto, attenzione però ai costi. 

La procedura standard per applicare la resina consiste in:

1. Intervenire con appositi macchinari che rendano le superfici sufficientemente ruvide al fine di far meglio aderire il prodotto (in questa fase naturalmente si sviluppano polveri);

2. Stendere una "rete" di supporto molto sottile;

3. Applicare la Resina (esistono diversi tipi di applicazione dipende dalla qualità che si vuole ottenere e dal budget disponibile).

Sicuramente va considerato che, essendo locali di piccole dimensioni (almeno solitamente), i costi generali potrebbero essere tutto sommato sostenibili, tuttavia dovendo lavorare attorno a sanitari esistenti ecc. l'impegno della manodopera non sarebbe indifferente, quindi questo potrebbe incidere.

Il mio consiglio, come sempre, è quello di rivolgersi ad un esperto, che potrà anche aiutarvi in relazione alle finiture e colori ( sono disponibili intere palette ).

Gio, 8:42 cristian.sporzon
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

La soluzione di rivestire in resina la piastrelle di un bagno si può fare e di solito si fa quando non si vogliono e non si devono demolire quelle esistenti ed avere un rinnovamento del bagno dal punto di vista estetico.

Bisogna rivolgersi ad una impresa specializzata per questo tipo di intervento, perchè non tutti sono in grado di farlo: ci sono Aziende che si occupano di vernici e dello studio del colore che lo fanno e dove puoi scegliere anche i colori prima su campioni predisposti da loro, oppure specializzate prorpio in rivestimenti in resina sia per residenze che industriali.

Bisogna farsi fare dei preventivi perchè è un lavoro un po' delicato, se fatto bene...

E' sempre meglio farsi consigliare da un Tecnico che si occupa di architettura d'interni, per farsi indirizzare sia nella scelta dell'Azienda esecutrice che nell'immagine che si vuol dare al bagno.

Gio, 17:27 Arch. Paola De Bianchi
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Innanzitutto volevo avvisare che il costo della resina non è inferiore a quello di un normale pavimento in piastrelle.

In ogni caso si può benissimo eseguire la posa sia di piastrelle che della resina sopra al pavimento già presente, bisogna avere l'accortezza di verificare che l'altezza della stanza non sia già al limite dei 2,70 mt perchè anche i 3-4 cm di nuovo pavimento potrebbero rendere l'altezza l'abitazione fuori norma.

La resina rende l'ambiente molto luminoso e dà un aspetto pulito e fresco essendo anche più facile da pulire, ma è di difficile stesura e ogni imperfezione potrebbe risutare sgadevole.

Esistono vari metodi di stesura, di cui potrete avere delle dimostrazioni andando presso le ditte specializzate o presso i rivenditori di materiali per pavimentazioni.

Gio, 15:42 martinabasso.arch
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Il pavimento in resina può essere un'ottima soluzione per rinnovare i bagni evitando i costi di demolizione dell'esistente. I vantaggi sono la facile pulizia grazie all'assenza di fughe, inoltre è possibile inserire degli inserti per personalizzarlo e dare un effetto spatolato, nuvolato, da preferire al monocromatico per nascondere graffi e imperfezioni dovuti all'usura. E' vero che il pavimento in resina può essere posato con molta semplicità sul pavimento esistente, ma non tutti i supporti sono idonei.

La presenza di rotture, crepe e microcavillature nel supporto di base sono imperfezioni di cui lo strato di resina risente, poichè questa non presenta uno strato di supporto proprio.

Inoltre alcune resine, come quelle epossidiche tendono all'ingiallimento e hanno una scarsa resistenza ai raggi UV. Quindi è preferibile scegliere resine poliuretaniche, cementizie ed acriliche. 

Un'alternativa al pavimento in resina potrebbe essere la nuova carta da parati EQ-DECOR della ditta Inkiostro Bianco, che si posa anche a pavimento e grazie alla sua struttura in fibra di vetro resiste anche alle sollecitazioni di vario tipo e presenta numerose varietà di decori.

Ven, 12:43 d.tomasich
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

In riferimento alla sua domanda, le dico che è possibile utilizzare la resina per rivestimento e pavimento, per il pavimento pesonalmente farei uno sforzo a sostituirlo perche essendo un luogo abbastanza vivibile è soggetto a deteriorarsi. Una cosa fondamentale la scelta del posatore, se non è bravo si rischia un mediocre lavoro.

Ven, 15:27 arch.carmenscuteri
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS