Home > Pavimenti Parquet > È Sicuro Cambiare il Pavimento Senza Togliere il Vecchio 13 02 2017

è sicuro cambiare il pavimento senza togliere il vecchio?

Ho da poco comprato un bilocale. Vorrei sostituire i pavimenti che sono tutti in legno tranne quello in bagno che è in piastrelle. Vorrei trovare delle soluzioni che mi permettano di sostituire i pavimenti senza però togliere il vecchio. Si può considerare sicuro?

Sulle riviste d’interni pubblicizzano spesso i pavimenti in resina, che mi sembrano bellissimi, moderni e giovanili. 

Cosa ne pensate di questo tipo di pavimento? 

Avete qualche altro materiale moderno da propormi che mi consenta di recuperare il vecchio pavimento? Mi dite anche all'incirca i vari costi al metro quadro?

5 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Sono d'accordo con il mio collega.

La pavimentazione attuale è da controllare minuziosamente perchè il parquet potrebbe essere flottante o incollato.
Per poter andar sopra con una nuova pavimentazione, occorre che quella sottostante sia perfettamente fermo.

Per i materiali da utilizzare ne esistono differenti, anche se a mio parere è proprio un peccato coprire un parquet.
Per quel che riguarda la resina, la superficie del parquet non è adatta per poterla ricoprire.
Per gli altri materiali quali ceramiche o laminati, non dovrebbero esserci problemi.

I costi variano molto dal materiale utilizzato e dalla sua qualità. Ne esistono in commercio differenti tipologie, io consiglio comunque sempre di affidarsi ad una ditta di media-alta qualità, in quanto i materiali sono fondamentali e "eterni".

Il mio consiglio potrebbe essere quello di ipotizzare una combinazione tra il vecchio parquet e la resina, oppure parquet-ceramica, facendo dei disegni del pavimento attraverso i vari materiali, che potrebbero essere interessanti e arricchire lo spazio. Per poter fare questo però occorre rimuovere parti del pavimento esistente.

Mar, 14:51 Desearq
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

resto d'accordo con quanto evidenziato dai colleghi,

tranne un eccezione sulla resina, che personalmente sconsiglio mantenendo il supporto in legno.

Ho da poco incontrato due grossi produttori di sistemi in resina per analizzare un lavoro importante (per un ambito non residenziale ma produttivo, ma la sostanza non cambia),

a margine dell'incontro, per un altro contesto ho chiesto riguardo la posa su pavimenti in "gres/ceramica esistenti", ebbene i tecnici mi hanno storto il naso e sconsigliato! 

Figurarsi quindi sul legno!!

Si deve tenere conto che il posatore deve garantire la posa, quindi se esiste il ben che minimo dubbio sul risultato nel tempo, la compatibilità tra legno e resina viene sconsigliato.

Parlare di resine significa una pluralità di sistemi, anche diversi, di famiglie di prodotti miscelati a più strati, anche di spessori molto diversi, compresi tra i 3-4 mm fino a 9-10mm.

Per utilizzo di spessori ridotti è fondamentale la complanarità, integrità e grip del supporto.

Gio, 9:33 GianpieroMeroni
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Di sicuro se il vecchio pavimento è ancora ben incollato ci si puo' mettere sopra qualsiasi cosa. 

Se invece non è attaccato bene vanno rimosse le parti rovinate...se questa parti sono troppo diffuse a volte conviene togliere tutto. E' importante quindi ispezionare bene la pavimentazione per essere sicuri che il nuovo pavimento attacchi bene.

Per le resine tale rischio è minore anche se consiglio semrpe di fare tale controllo minuziosamente.

I pavimenti in resina sono molto belli e sicuri, ma sopra i vecchi pavimenti si puo' mettere di tutto, dal gres porcellanato, ad un nuovo parquet... con costi che vanno generalmente dai 45 € al mq a salire fino anche a 100 €/mq.

Mar, 9:16 fabrizio.bovari
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Assolutamente sicuro a patto che il vecchio pavimento sia un discreto stato di adesione, che si affidi a gente specializzata (almeno non improvvisatori), che tra il sottofondo e la superficie calpestabile venga applicato uno strato internedio. 

L'aspetto estetico dipenderà dai gusti personali, ma certamente potrà trovare chi la consiglia e orienti alla scelta migliore.

Per quanto riguarda i costi, dipende dalla regione e dal tipo di lavorazione prevista, orientativamente consideri 50€/mq. Comunque un costo nettamente inferiore per fare lo stesso lavoro prevedendo lo smantellamento del vecchio ecc. ecc.

Resto a disposizione per ulteriori informazioni e indicazione.

Mar, 20:44 Ing.curro
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

A mio parere non è assolutamente consigliato sovrapporrere un'altro pavimento sopra un pavimento in legno, in alcun modo poi un lavoro in resina. Il legno, anche se frazionato a tavolette, è un materiale vivo, quindi soggetto a movimenti.

Per quanto riguarda la resina, le aziende prodruttrici non danno alcuna garanzia per la posa, anche se hanno squadre per la realizzazione dei lavori, certi che gli esecutori eseguano tutte le procedure con i materiali attinenti.

Così, in modo veloce, il lavoro più economico è rinnovare il pavimento esistente con arrotatura e lucidatura, se invece la sua idea è il non vedere più il legno, procedere con la rimozione e posare un pavimento a seconda dello spessore che viene a restare; tenga presente che ci sono piastrelle che partono dai 3 mm di spessore con i formati fino a 3mt in modo da eliminare il più possibile le fughe, considerando che le piastrelle di grande formato di buona qualità partono da circa 50€ al metro quadrato più materiali e mano d'opera per la posa.

Gio, 16:26 nannobi
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS