Home > Manutenzione Condominio > Chi Spetta Decidere Se i Lavori Condominiali Sono Urgenti 04 08 2016

a chi spetta decidere se i lavori condominiali sono urgenti?

Scrivo perché nell’ultima riunione di condominio l’amministratore ha riportato una situazione di tre punti in cui c'è stato un distacco di intonaco dalla facciata (che poteva arrivare in testa a qualcuno visto che di sotto c'è l'accesso ai box) e di una trave in cemento armato sulla copertura di un balcone all'ultimo piano con i ferri a vista e che secondo un sopralluogo fatto da un ingegnere incaricato dall'amministratore presenterebbe un rischio strutturale.

L'amministratore sostiene che per questi lavori procederà in modo autonomo a dare incarico all'ingegnere e a consuntivo con un’impresa per fare l'intervento, poiché se si aspettano i tempi decisionali dell’assemblea, i danni potrebbero essere molto maggiori.

Non sono molto convinta (e come me anche altri condomini) che sia corretto questo modo di procedere. Quale sarebbe il modo corretto in questi casi e a chi spetta davvero decidere se i lavori condominiali sono urgenti e se procedere senza l’approvazione dell’assemblea?

Infine: l’amministratore prende delle percentuali sull’importo dei lavori urgenti?

3 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

A mio modo di vedere bisognerebbe tirare le "orecchie" all'amministratore di condominio facendo capire che le opere sono da ritenersi URGENTI in maniera esponenziale.

L'iter, in teoria, è sempre il medesimo: l'amministratore di condominio (con documentazione tecnica alla mano) stabilisce una riunione condominiale dove si affrontano problemi e costi per risolvere quanto riscontrato, successivamente all'approvazione della ditta e dell'incaricato si può lavorare (a meno di decisione comune, quella di fare i lavori a consuntivo)

Io credo che anche l'amministratore, in caso di incidente_infortunio, sia perseguibile a livello giuridico, infatti mi stupisce molto il fatto che non si decida in fretta la risoluzione delle anomalie riscontrate.

Gio, 16:32 arch_dg
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Ho letto la domanda e mi vengono spontanee le seguenti considerazioni:

L'urgenza di un intervento viene stabilita certamente dall'amministratore, ovviamente previo consultazione con un tecnico di fiducia, che nella fattispecie, ha espresso un parere di urgenza dell'intervento.

Spesso, in casi simili, vengono chiamati i vigili del fuoco che, raggiunto il punctum dolens del fabbricato, spicconano e dopo un analisi dello stato di fatto, consigliano su come proseguire. In caso di estrema urgenza sollecitano il Comune ha emettere una ordinanza per eliminare l'eventuale pericolo a tutela della pubblica incolumità.

Pur non conoscendo la situazione, evidentemente forse il pericolo non è cogente, visto che l'Amm. sta tergiversando un pò. Anche il fatto che da una trave si vedono dei ferri, non significa che ci sia pericolo di crollo; probabilmene si è staccato il copriferro, cosa non grave ma che richiede senz'altro di intervenire con tempestività per evitare ulteriore formazione di ruggine con esplosione di altro copriferro.

Sicuramente la cosa va studiata de visu, ma, sempre su impulso dell'Amministratore, l'ultima parola spetta all'Assemblea condominiale.

 

Ven, 18:15 pagano.archi
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

L'amministratore è colui che ha la responsabilità di decidere anche se c'è urgenza. 

Ven, 0:26 Bartolomeo Fiorillo Architetto Design
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS