Home > Interventi Strutturali > Il Calcestruzzo Armato È Sempre la Soluzione Migliore 12 02 2017

il calcestruzzo armato è sempre la soluzione migliore?

Sto valutando l’acquisto di un terreno per realizzare una villetta e tra le varie problematiche, l’agente immobiliare mi ha parlato anche di strutture antisismiche che fino a qualche anno fa in Lombardia non erano obbligatorie ma ora sì, quindi gli ho chiesto se la struttura dovesse essere per forza in cemento armato e lui mi ha detto che il termine tecnico è “calcestruzzo armato” e poi mi ha confermato che il 99,9 % delle case è in calcestruzzo armato.

Con tutta l’evoluzione tecnologica in ogni ambito, possibile che costruiamo le case ancora come 100 anni fa?

Ma allora tutte le case in legno di cui si sente parlare ultimamente sono altrettanto sicure e antisismiche?

Il calcestruzzo armato è un materiale riciclabile o inquina, quanto dura una struttura in calcestruzzo armato e ci sono delle alternative valide e convenienti che siano anche ecologiche?

4 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 5.
Risposta:

Innanzi tutto mi scuso del ritardo di risposta ma ho voluto leggere molto attentamente e comprendere il contenuto nonchè carpirne le esigenze.

Sarò schietto e sincero, l'utilizzo di solo cemento armato nel 2017 è follia, come dite Voi per questioni anche e soprattutto ambientali a meno che non si tratti di grandi infrastrutture come ponti o dighe.

Le posso altresì dire che normativamente parlando, circa l'80% dei comuni lombardi è stato passato da categoria 4 antisismica alla 3 con il D.G.R. n. 2129 - B.U.R.L. S.O. n. 29 del 16 luglio 2014, parte delle province di Brescia e Mantova risultano addirittura in cat. 2, quindi molto dipende dalla zona dove Vi trovate.

Il calcestruzzo al giorno d'oggi è difficile da smaltire e non sempre viene riciclato e riutilizzato bensì spesso viene scaricato illegalmente in fossi e discariche abusive provocando danni ambientali quasi permanenti ma non solo, l'inquinamento è altresì provocato fin dall'estrazione delle marne ed argille, alla sua lavorazione che richiede enormi quantità di combustibile per cuocere il materiale cavato ed infine al confezionamento e trasporto.

La struttura di un fabbricato è composta da diversi elementi di cui fondazioni, pilastri, travi, solai, tra questi l'unico elemento che allo stato attuale della normativa italiana è praticamente obbligatorio realizzare in calcestruzzo armato sono le fondazioni che possono essere di differenti prezzi e tipologie in base al tipo di terreno su cui poggeranno.

Per rendere antisismico un fabbricato in laterocemento tradizionale (il famoso 99,9% che le dice il suo agente immobiliare), spesso servono interventi molto costosi, tra cui armature in acciaio porta intonaco ed il posizionamento di ferri longitudinali tra i vari corsi di muratura per rinforzare i tamponamenti per non parlare della quantità di acciaio tondo da considerare nella struttura resistente e gli accorgimenti da prendere sulle corree (ossia le travi perimetrali che scaricano i carichi dei solai sulle murature sottostanti). Questi interventi non sono per tutte le tasche e molte volte le persone interessate a realizzare casa, lasciano perdere ancor prima di cominciare.

Da anni si studiano abitazioni alternative ecologiche a basso costo e dalle forti prestazioni energetiche ed antisismiche, i calcoli dimostrano che queste abitazioni potrebbero tranquillamente resistere al Sisma del Centro Italia senza particolari accorgimenti. E' ovvio che questo non è il caso se ci troviamo in Lombardia ma questo per farVi capire di cosa stiamo parlando, ossia una struttura in legno dimensionata ad hoc, riempita e rivestita al 99% con materiali naturali ed eco-sostenibili che garantiscono alte prestazioni a livello energetico (classe A1-4 in base al luogo , le esposizioni e le fonti rinnovabili), alte prestazioni sismiche senza costosi interventi aggiuntivi, totalmente ignifuga perchè rifinita con appositi intonaci che la rendono inattaccabile alle fiamme, NON prefabbricata, il che si traduce in massima libertà di espressione e progettazione, ma soprattutto Economica con un abbattimento costi fino al 40% rispetto al tradizionale od al prefabbricato.

La durata è la medesima o superiore rispetto a casa Vostra con la regolare manutanzione, ricordo però che l'eventuale manutenzione straordinaria è di gran lunga più facile, economica ed assai meno invasiva rispetto al mattone.

Lun, 18:53 mcb progetti
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

La storia del calcestruzzo in realtà è da rintracciarsi all'epoca della Roma imperiale, quando fu "scoperto" un particolare impasto formato da calce, pozzolana ed inerti di varia granulometria, in grado di resistere alle sollecitazioni e avente una rivoluzionaria capacità idraulica (data dalla pozzolana, particolare cenere vulcanica di cui il territorio romano è disseminato: il termine deriva proprio da Pozzuoli, nei Campi Flegrei dove si estraeva - e si estrae tutt'ora  anche se non in modo esclusivo), caratteristica che conferiva la possibilità che il conglomerato potesse far "presa" anche in ambiente umido (pensiamo ad esemepio ai piloni dei ponti), oltre che avere una certa impermeabilità.

La rivoluzione tecnologica dell'opus caementicium (cementizio) portò alle straordinarie realizzazioni della Domus Aurea neroniana e dell'Anfiteatro Flavio (Colosseo).

Per il primo vero calcestruzzo moderno, dopo i vari tentativi già affrontati all'epoca di L. B. Alberti e di A. Palladio, dobbiamo attendere la scoperta alla fine dell'800 di un nuovo legante, il Cemento Portland, derivato dalla cottura in altoforno di argille dell'omonima isola (klinker).
Di qui le sperimentazioni portarono alla consapevolezza della debolezza a resistere a trazione (per eccessiva fragilità) ed alla geniale intuizione di armare il conglomerato, dapprima con barre di ferro lisce (in realtà sperimentazioni furono fatte anche con pali lignei) per poi arrivare alle contemporanei tondini d'acciaio ad aderenza migliorata.

****

Una struttura in c.a. se ben progettata (protetta) e ben costruita (qualità del conglomerato: quantità di legante, miscela/assortimento e tipo di inerte) può durare anche oltre il mezzo secolo [il che è abbastanza paradossale se pensiamo che il Colosseo sia in piedi da 2000 anni]. Potremmo dire che è "riciclabile" in quanto a fine vita può essere recuperata la massa ibn forma di nuovo inerte e l'acciaio per essere rifuso.

Il concetto che si deve tener presente, è che la soluzione del c.a. (volgarmente chiamato cemento armato) offre staticamente una risposta più "flessibile" di una rigida struttura in muratura (che non ha alcuna resistenza a trazione) poichè il sistema cosiddetto "a telaio", ovvero costituito da giunzioni puntuali a maglia, consente un minor peso e tempi di risonanza (Il periodo fondamentale di oscillazione dipendente dalla massa, dai vincoli e dalla rigidezza), rispetto ad una struttura muraria.

Vadasè che anche una maglia costituita da elementi in acciaio è (ancor maggiormente che non il c.a.) di sopportare sollecitazioni dinamiche (sisma).
In Giappone tuttavia si costruisce da tempo con il legno, con risultati a dir poco stupefacenti, se rapportati alla magnitudo media di quelle zone.

AF+G Architetti

 
Dom, 18:31 afpiug
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Anche se sono d'accordo con la risposta precedente in quanto riguarda il calcestruzzo armato, non sono d'accordo riguardando le costruzioni prefabbricate in legno, le strutture prefabbricate in legno sono antisismiche grazie alla loro struttura, e per lasciare a lei decidere vi mando uno video dove e testata al terremoto una struttura prefabbricata di legno - https://www.youtube.com/watch?v=hSwjkG3nv1c con stessi materiali e tecnologie usate in Italia.

Lun, 14:36 scortyro
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

infatti il c.a. non è l'unica soluzione possibile anzi: anche altri materiali rispondono alla norma antisismica.

Lun, 16:10 ArchRobertoDAmico
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Trova Professionisti GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi Parere GRATIS