Home > Interventi Strutturali > Consigli su Ristrutturazione Antisismica di Case Pietra 20 02 2017

consigli su ristrutturazione antisismica di case in pietra

Mia moglie ha ereditato da sua nonna una cascina in provincia di Parma costituita da 3 fabbricati in pietra uso abitazione (ciascuno di due piani) che formano un ferro di cavallo intorno a un cortile, oltre a un edificio uso deposito dove vorrei fare un impianto fotovoltaico, ma questo lo chiederò in un’altra domanda… Quello che volevo chiedervi ora è: posto che tutti gli edifici sono in pietra e struttura del tetto in legno, le condizioni generali non sono buone visto che è in stato di abbandono da circa 30 anni, potreste darmi un’idea di che tipo di intervento di ristrutturazione devo fare, se nella ristrutturazione sono obbligato a interventi di antisismica, quanto mi costerebbe circa al metro quadro una simile ristrutturazione e infine se possiamo accedere alle detrazioni fiscali (si tratta di seconda casa)?

2 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 4.
Risposta:

Buongiorno,

circa il tipo di ristrutturazione da fare la domanda non può avere una risposta precisa senza una seria valutazione preliminare (sopralluogo) degli immobili data anche la descrizione che se na fa; in merito alla normativa antisismica invece:

per la progettazione di un nuovo edificio e per l’adeguamento sismico di un edificio esistente bisogna rifarsi al DM 14 gennaio 2008 (NTC08) che definisce i principi per il progetto, l’esecuzione e il collaudo delle costruzioni.

Solo gli edifici pre-esistenti con valore strategico, all'entrata in vigore della norma, devono rispettare i livelli di sicurezza previsti; l'ordinanza del PCM 3274/2003, che riclassifica l’intero territorio nazionale in quattro zone a diversa pericolosità, introduce anche l’obbligo per gli enti proprietari di procedere alla verifica sismica degli edifici strategici e di quelli rilevanti per finalità di protezione civile. Tra questi ultimi rientrano anche le scuole.

Le NTC08 definiscono i tre diversi tipi di intervento che possono essere effettuati:
- interventi di adeguamento, atti a conseguire i livelli di sicurezza previsti dalle NTC;
- interventi di miglioramento, atti ad aumentare la sicurezza strutturale esistente pur senza necessariamente raggiungere i livelli richiesti dalle NTC;
- riparazioni o interventi locali, che interessino elementi isolati e che comunque comportino un miglioramento delle condizioni di sicurezza preesistenti.

Viene inoltre prescritta la valutazione sismica dell’edificio esistente e, se necessario, l’adeguamento nei casi di:
- sopraelevazione o ampliamento;
- variazioni di classe e/o destinazione d’uso con incrementi dei carichi globali in fondazione superiori al 10% (obbligo di verifica locale delle singole parti e/o elementi della struttura, con variazioni del carico superiori al 20%);
- interventi strutturali volti a trasformare la costruzione mediante un insieme sistematico di opere che portino ad un organismo edilizio diverso dal precedente.

Con le attuali norme è obbligatorio provvedere alla valutazione sismica degli edifici strategici ma non è obbligatorio per tutti gli altri edifici esistenti se non sono previsti i succitati interventi edilizi. Di conseguenza l’adeguamento sismico della maggior parte delle strutture a carattere privato rimane su base volontaria e, al massimo, incentivato da bonus fiscali.

 

Lun, 15:05 geom. Francesco Rampani
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Buongiorno

prima risposta, la zona di Parma è classificata in zona 3 (rischio sismico basso)

di conseguenza negli interventi và comunque valutato un miglioramento sismico dell'involucro. Tali interventi sono detraibili fiscalmente al 55% (sino a quando sarà in vigore)

i costi medi di intervento per miglioramento anti-sismico degli edifici (limitatamente al solo tipo di intervento) variano da  €/mc 80 ad €/mc 180 dipende dalle condizioni delle strutture portanti e dagli incastri orizzontali e verticali, oltre al battente della copertura (se in legno) e dal tipo di orditura e struttura.

Per poter essere più preciso serve una verifica delle condizioni attuali e dal grado di fessurazioni se presente  (nelle parti strutturali)

Una eventuale consulenza potrebbe essere possibile con un sopralluogo o con l'invio di materiale fotografico di dettaglio (seguita naturalmente da sopralluogo e da eventuali prove)

Cordialmente 

Lun, 16:40 luigigeoferrando
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS