Home > Interventi Strutturali > Calcolo Strutturale Abitazioni Quando È Necessario E Norme di Riferimento 11

calcolo strutturale abitazioni: quando è necessario e norme di riferimento

di Giuseppe Vitale
calcolo strutturale

 

Nell'ambito della progettazione strutturale di un edificio, è abbastanza frequente per un tecnico imbattersi in domande dei propri clienti del tipo: Ma è obbligatorio fare il calcolo strutturale?

La risposta è sì! Tutte le costruzioni la cui sicurezza possa in qualsiasi modo interessare la pubblica incolumità, da realizzarsi in zone dichiarate sismiche, sono disciplinate dalla Legge 2 febbraio 1974, n. 64, la quale definisce le prescrizioni e i criteri per la progettazione e la verifica strutturale delle costruzioni. Essendo l'Italia un Paese interamente sismico, ne consegue che il calcolo strutturale di un edificio è obbligatorio su tutto il territorio nazionale.

La norma di riferimento a livello nazionale è il D.M. 14 gennaio 2008 - Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC) -  che definiscono i princìpi per il progetto, l’esecuzione e il collaudo delle costruzioni, nei riguardi delle prestazioni loro richieste in termini di requisiti essenziali di resistenza meccanica e stabilità, anche in caso di incendio, e di durabilità. Esse forniscono quindi i criteri generali di sicurezza, specificano le azioni da utilizzare nel calcolo, definiscono le caratteristiche di materiali e prodotti e, più in generale, affrontano tutto quanto attiene alla sicurezza strutturale delle opere.

In ogni caso è necessario distinguere tra costruzioni esistenti e nuove. In quest'ultimo caso il calcolo strutturale è definito in modo univoco, nel primo caso invece esso può avere sfumature diverse in relazione all'insieme di interventi che si intende effettuare sulla struttura esistente. A questo proposito nelle norme tecniche vengono definite tre tipologie di interventi:

  • interventi di riparazione o locali, che interessano singoli elementi strutturali e che, comunque, non pregiudicano le condizioni di sicurezza preesistenti;
  • interventi di miglioramento sismico, atti ad aumentare la sicurezza strutturale preesistente, senza necessariamente raggiungere i livelli di sicurezza fissati dalle NTC;
  • interventi di adeguamento sismico, atti ad aumentare la sicurezza strutturale preesistente, conseguendo i livelli di sicurezza fissati dalle NTC.

Gli interventi locali afferiscono a singole parti della struttura che non determinino una variazione significativa del comportamento globale della costruzione e sono finalizzati principalmente ad attività manutentive: ripristino, rispetto alla configurazione precedente al danno, delle caratteristiche iniziali di elementi o parti danneggiate, miglioramento delle caratteristiche di resistenza e/o di duttilità di elementi o parti, anche non danneggiati, prevenzione di meccanismi di collasso locale, modifiche di elementi o porzioni limitate della struttura, ecc.
In questo caso, il progetto strutturale e la valutazione della sicurezza vanno riferiti alle sole parti e/o elementi interessati e a quelle con esse interagenti, documentando le carenze strutturali riscontrate e dimostrando che, rispetto alla configurazione precedente al danno, al degrado o alla variante, non vengano prodotte sostanziali modifiche al comportamento delle altre parti e della struttura nel suo insieme e che gli interventi non comportino una riduzione dei livelli di sicurezza preesistenti.
 
Gli interventi di miglioramento sismico sono tutti quegli interventi atti ad aumentare la sicurezza strutturale preesistente, senza necessariamente raggiungere i livelli di sicurezza previsti per l'intervento di adeguamento. In questo caso, la valutazione della sicurezza e il progetto di intervento dovranno essere estesi a tutte le parti della struttura potenzialmente interessate da modifiche di comportamento, nonché alla struttura nel suo insieme.
 
Gli interventi di adeguamento sismico, infine, sono obbligatori laddove si intenda sopraelevare la costruzione, ampliare la costruzione mediante opere ad essa strutturalmente connesse e tali da alterarne significativamente la risposta, apportare variazioni di classe e/o di destinazione d’uso che comportino incrementi dei carichi globali verticali in fondazione superiori al 10%, effettuare interventi strutturali volti a trasformare la costruzione mediante un insieme sistematico di opere che portino ad un sistema strutturale diverso dal precedente.
In entrambi i casi, il progetto dovrà essere riferito all’intera costruzione e dovrà riportare le verifiche dell’intera struttura post-intervento.
Esistono comunque delle opere, cosiddette "minori", che non sono assoggettabili alla normativa sismica di cui alla legge n. 64/1974, e quindi escluse dall'obbligo di produrre il calcolo strutturale. A titolo esemplificativo ma non esaustivo vale la pena richiamare gli interventi e le opere minori di cui alla circolare dell'ufficio del Genio Civile di Agrigento, applicabile su tutto il territorio italiano, salvo diverse disposizioni:
  • Pergolati, gazebi e tettoie in legno o acciaio, da realizzare su aree non aperte al pubblico, aperte su almeno tre lati, con funzione di ombreggiamento, copertura leggera e altezza massima inferiore a 3,50 m;
  • Monumenti funerari di altezza complessiva inferiore a 2,00 m non accessibili al pubblico;
  • Serre per la coltivazione di fiori e piante con copertura leggera costituita da teli in materiale deformabile;
  • Chiusure di verande o balconi con pannelli leggeri in alluminio o simili;
  • Gli interventi sugli elementi non strutturali quali tramezzature interne, pavimenti, intonaci e sovrastrutture;
  • Realizzazione di nuove aperture o fori nella tompagnatura degli edifici con struttura portante intelaiata;
  • Ponteggi temporanei realizzati per la protezione, la manutenzione e/o la ristrutturazione di edifici, purchè conformi al D.lgs 81/2008.

A prescindere dalla complessità o dall'importanza dell'opera da progettare, è opportuno operare con buon senso interpellando uno strutturista in ogni caso, al fine di evitare la realizzazione di opere improvvisate e/o non idonee dal punto di vista statico.

Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Trova Professionisti GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi Parere GRATIS