Home > Interventi Strutturali > È Davvero Fattibile L’isolamento Sismico 18 10 2017

è davvero fattibile l’isolamento sismico?

Ho ereditato dei fabbricati rurali in Irpinia che sono stati pesantemente danneggiati dal terremoto dell’80 e che per una serie di motivi nessuno dei miei parenti ha mai potuto o voluto ristrutturare. Di recente è uscito un bando di finanziamento per riqualificazione di immobili rurali da utilizzare anche come agriturismo e sto cercando di capire se posso rientrare e se posso ristrutturare questi fabbricati risparmiando sulla spesa. In particolare il problema che mi pongo è ovviamente quello sismico. Ovvero: essendo in una zona fortemente sismica come dimostra la storia, vorrei evitare di ristrutturare spendendo tanto e ritrovarmi i fabbricati demoliti da prossimo terremoto. Ho visto documentari che parlavano di isolamento sismico, che credo sia la possibilità di separare la struttura dal terreno ed evitare che il sisma faccia collassare la struttura. I miei fabbricati sono tutti a un solo piano. Secondo voi è il caso, vale la pena fare l’isolamento sismico (e con quali modalità) nell’ambito della ristrutturazione di questi fabbricati oppure il costo è troppo elevato?

1 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 0.
Risposta:

L'isolamento sismico in genere si intende il posizionamento in fondazione di smorzatori la cui funzione è quella di assorbire l'energia del terremoto e trasformarla in movimento. Nel senso che questi smorzatori (damping) o sono realizzati in neoprene che consente un leggero spostamento o con pattini che scorrono per effetto delle onde sismiche. Ovviamente tali movimenti sono piccoli e controllabili altrimenti il fabbricato diventerebbe un autobus. Per gli edifici ad un solo piano, o meglio un solo livello si possono apportare altri tipi di modifica anche perchè gli smorzatori costano. La cosa importante per gli edifici bassi è l'incatenamento del blocco strutturale oppure in alcuni casi si possono adattare, anche artigianalmente, meccanismi secondo cui quando arriva il sisma possono opporsi e assorbire l'energia deformandosi o rompendosi.

In ogni caso dipende sempre dalla tipologia dell'edificio, dalla sua massa, dal tipo di organismo strutturale (legno, cemento o muratura o acciaio) e dai materiali che lo costituiscono. Per gli edifici ad un solo livello va detto che sarebbe molto sicuro realizzare le coperture in materiale leggeri e opportunamente coibentati in modo da non creare una forte massa inerziale del tetto che potrebbe costiture un pericolo in caso di sisma.

Gio, 19:48 ac2
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS