Home > Impianto Idraulico > Rifare Impianto Riscaldamento Radiatori O Pavimento 23 11 2017

rifare impianto riscaldamento. radiatori o a pavimento?

Nell'ipotesi di rifare l'impianto di riscaldamento del mio appartamento di 65 mq, dovendo già rimuovere i sottofondi perchè leggermente fessurati, mi stavo chiedendo se prevedere addirittura un sistema radiante mediante pannelli a pavimento in modo da non avere ingombri a parete (caloriferi). Di fatto, i caloriferi avrebbero un costo che sommato al costo dell'impianto potrebbero avvicinarsi molto al maggior costo dell'impianto a pavimento?

Quale soluzione secondo voi è migliore dal punto di vista della resa termica? Economicamente, considerando che in entrambe le soluzioni dovrò rimuovere il sottofondo, quale soluzione a vostro avviso è più vantaggioso perseguire?

3 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Buongiorno,

visto quanto da lei indicato, visti i mq dell'appartamento io provvederei a realizzare un riscaldamento a pavimento in modo che si abbia un maggior confort e nessun vincolo sulle pareti, stia però attento alle quote che ha a disposizione per realizzare l'opera perchè ovviamente il riscaldamento a pavimento richiede un maggior spessore nei sottofondi.

Ven, 9:31 paolo.capristo
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 0.
Risposta:

Buonasera, bisogna valutare la convenienza energetica e non solo economica. Se la casa è molto disperdente con un impianto a pavimento non la scalderà mai, perché la bassa temperatura dell'impianto e la grande inerzia termica non riuscirà a garantirle una risposta adeguata.

Se invece la casa è isolata allora sì, quote permettendo, è la soluzione migliore.

Fermo restando che la prima cosa da fare sarebbe isolare...

 

Ven, 16:47 arch Rina Agostino
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 0.
Risposta:

Salve, dovendo togliere e rifare il massetto credo che sia conveniente in termini di resa termica e soprattutto di confort istallare un impianto radiante a pavimento. Ovviamente abbiamo dei costi maggiori rispetto ad un impianto tradizionale ma il confort ed il risparmio energetico di un impianto a pavimento li giustificano; infatti il moto convettivo, vortice del tipo circolare, dei termosifoni porta l'aria calda dal radiatore direttamente verso alto che poi rimbalza sul soffitto e sulle le pareti per poi ricadere verso terra per poi essere rilanciata verso l'alto nuovamente, quando l'aria calda torna verso terra si già è raffreddata e quindi questo tipo di sistema termico lascia le zone centrali della camera e sopratutto il pavimento più freddo rispetto al soffitto. Se poi il soffitto della camera non è decentemente coibentato o è un soffitto più alto di tre metri e mezzo abbiamo un'enorme perdita di calore e quindi energetica. L'impianto radiante invece fa nascere il calore dal pavimento ad una temperatura più bassa, 30 gradi contro i 60/70 gradi di quello tradizionale, e quindi il calore sale uniformemente verso l'alto dando quel senso di "piedi caldi" e confort anche se la temperatura ambiente è più bassa o il calore si disperde poi dal soffitto. Il risparmio energetico è notevole dato che come detto la temperatura dell'acqua è nettamente inferiore nell'impianto a pavimento ed inoltre in casa c'è un confort termico anche se la temperatura generale è più bassa. Per quanto riguarda le quote di altezza per i massetti oggi non abbiamo grossi problemi dato che molti produttori hanno a catalogo dei sistemi slim, addirittura tre soli centimetri, per chi ha problemi di altezza dei massetti.   

Mer, 23:52 Centro Artigiani e Tecnici srl
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS