Home > Impianto Elettrico > Costo Progetto Impianto Elettrico 17 11 2016

Costo progetto impianto elettrico

Per la mia casa composta da taverna al piano interrato (60 mq), piano terra (100 mq), piano primo (100 mq) e mansarda (60 mq) sto valutando di rifare completamente l'impianto elettrico in quanto molto datato, anche per una questione di sicurezza visto che ci sono bambini in casa.

Al di là della qualità dei materiali che verranno impiegati e dell'impresa che realizzerà i lavori, per i quali chiederò dei preventivi probabilmente tramite il vostro sito, poiché voglio un progetto di un professionista per evitare che un impresa mi porti in direzioni che non magari non fanno del tutto i miei interessi, vorrei avere un ordine di grandezza del costo di un progetto dell'impianto elettrico, per il mio caso e in generale per un appartamento standard di 90 mq.

Il progettista deve avere dei requisiti particolari, tipo iscrizione a qualche albo particolare, o aver fatto dei corsi di aggiornamento? Mi confermate infine che per un immobile residenziale non c'è l'obbligo di progetto elettrico o in quali casi invece è obbligatorio?

4 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 4.
Risposta:

Il DM 37/08, all'art.5, cita: Il progetto per l'installazione, trasformazione e ampliamento di un impianto è redatto da un professionista iscritto all'albo secondo le specifiche competenze tecniche richieste (quindi ingegneri o periti industriali e non certo architetti o professionisti di altri ordini professionali) nel caso di utenze domestiche di singole unità abitative aventi potenza impegnta superiore a 6kW o per utenze domestiche di singole unità abitative di superficie superiore a 400 mq. Nel Suo caso quindi non è obbligatoria la presenza del professionista ma è Suo diritto richiederne l'intervento se lo ritiene opportuno; richieda un preventivo per l'esecuzione del progetto e per la redazione del computo metrico in modo da ottenere un'indicazione dei costi che dovrà sostenere per l'esecuzione dell'impianto. Il costo sarà in funzione di ciò che rientrerà nel progetto e dei servizi richiesti al professionista (progettazione solo impianto elettrico, imp.el. con fv, valutazione del rischio fulmine, direzione lavori...etc...)

 

Lun, 22:38 eos.tc
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Il progetto elettrico va redatto da un perito elettrico, solitamente presente all'interno della ditta installatrice dell'impianto. Questo deve però essere approvato da un architetto o ingegnere o geometra incaricato. 

Per quanto riguarda i costi dell'impianto per un appartamento di 90 mq, comprensivo di tracce per corrente, tv-sat, e predisposizione antifurto, si aggirano sugli 8 mila euro, comprensivi dei lavori di muratura per far passare i fili.

Nel caso voglia approfittare di questi lavori per installare dei pannelli fotovoltaici o solari, ottenendo successivamente degli sgravi fiscali, si dovrà aggiungere ai costi 7 mila euro per il fotovoltaico, 4 mila per il solare.

Ven, 10:52 martinabasso.arch
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Secondo il DM37-2008 art2, il progetto di un impianto elettrico va redatto da un professionista iscritto all'albo (per esempio ingegnere, archtetto,...) o dal tecnco responsabile dell'impresa. Lo stesso però pone l'obbligo del progetto per potenze nominali superiori a 6kW (potenza contatore) e/o per superfici superiori a 400mq (per unità residenziali). Nel suo caso quindi non dovrebbe esserci bisogno di consegnare un progetto ma solo la DICHIARAZIONE DI CONFORMITA' che le viene data dalla stessa ditta installatrice.

La ditta installatrice deve essere  iscritta  nel  registro  delle imprese (DPR 7 dicembre 1995, n. 581 e successive  modificazioni - registro  delle imprese, o nell'Albo  provinciale  delle  imprese  artigiane  di  cui alla legge 8 agosto 1985, n. 443 - albo delle imprese artigiane).

I costi dipendono da tanti fattori, dal costo dei materiali, numero di punti presa, punti luce, cassette di derivazione, necessità di rifare le tracce nei muri, prezzi di mercato in base alla zona, etc... conviene farsi fare direttamente un preventivo da più ditte abilitate.

Mer, 11:31 redò
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Mi associo a quanto scritto in precedenza, consigliando - oltre naturalmente ad affidarsi sempre e solo a tecnici/imprese di fiducia - di valutare la possibilità di realizzare un impianto tutto o in parte domotizzato, con la possibilità di utilizzare alcuni componenti dell'impianto in wi-fi ottenendo risparmi sia sulle assistenze murarie sia in termini di flessibilità e gestione dell'impianto stesso.

Non essendoci l'obbligo del progetto, o l'impresa realizzatrice gode della massima fiducia da parte Sua oppure sarebbe meglio affidarsi ad un tecnico abilitato (formato in campo elettrico) per lo meno per l'impostazione e la redazione di un pre-progetto e di un capitolato sui quali fare fare i preventivi. Senza diventa molto difficile comparare le varie offerte che saranno quasi sicuramente dipendenti più dal massimo profitto delle imprese che dai prodotti più confacenti le Vs possibilità. 

Proprio per questi motivi e per la variegata offerta che il mercato oggi offre, è impossibile dare una quotazione anche solo di massima senza avere cognizione della tipologia dell'impianto, della distribuzione dei locali, delle esigenze (odierne e future) del committente.

Mer, 13:36 architettocasati
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS