Home > Impianto Elettrico > Certificazione Impianto Elettrico 20 11 2015

Certificazione impianto elettrico

Il condominio in cui abito (degli anni 90) non ha mai ottenuto l'agibilità. Nell'ultima assemblea condominiale abbiamo deliberato di attivarci per richiederla al Comune e un condomino geometra ha detto che ogni appartamento dovrà avere una certificazione dell'impianto elettrico prima di poter chiedere l'agibilità.

E' giusto? Se è così, a chi devo chiedere questa certificazione?

5 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Il D.M. 37/2008 che sostituisce la Legge 49/90, disciplina la realizzazione, manutenzione e progettazione degli impianti negli edifici. La dichiarazione di conformità DI.CO. degli impianti è il documento rilasciato da un'impresa abilitata in seguito alla installazione o modifica di un impianto che ne certifica appunto la conformità alle normative vigenti. Se la DI.CO. è inesistente è possibile procedere con una dichiarazione di rispondenza detta "DIRI" solo però se gli impianti sono stati realizzati prima dell'entrata in vigore del D.M. 37/08. La DIRI deve essere effettuata da un tecnico abilitato (ingegnere, perito, ecc..) che esercita la professione da almeno 5 anni e a seguito di accertamenti e sorpalluoghi.

Devono essere prodotte tante certificazioni quante forniture di energia elettrica sono presenti e quindi una per ogni appartamento più una per le utenze condominiali.

Spero di essere stato chiaro.

Ven, 15:14 devis.lombardi
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

L'agibilità in questo caso va richiesta per l'intero fabbricato di conseguenza bisogna verificare l'esistenza di un progetto strutturale che come credo in fase di progettazione sia stato regolarmente depositato presso Genio Civile. Successivamente considerando sempre il condominio come richiedente dell'agibilità, occorrerà una certificazione impiantistica elettrica ed idrica, una certificazione sul corretto scarico delle acque reflue in fognatura pubblica ecc.... Il discorso cambia se ogni singolo proprietario dei diversi immobili costituenti il fabbricato decidono di richiedete singolarmente il proprio certificato di agibilità. Credo che sia opportuno fa fare ad un tecnico capace di consigliarvi la strada giusta da seguire, che sia un architetto o ingegnere.

Ven, 15:26 gianlucacoronato
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

E' giusto che ogni singolo appartamento abbia la sua ceertificazione dell'impianto elettrico e deve rivolgersi ad un elettricista iscritto alla camera di commercio ed abilitato alla certificazione, difficile sarà trovare chi certifichi un impianto non eseguito da lui stesso.

Ven, 14:41 vecchio.franchi
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

La richiesta dell'agibilità, come accennato dal collega precedentemente, è un discorso complesso ed interessa l'edificio nella sua interezza. Prima di tutto è necessario reperire tutta la documentazione esistente a da lì in poi capire quale documentazione manca. Comunque è sempre meglio affidare il disbrigo della pratica ad un professionista del posto che saprà sicuramente consigliarvi in modo da non commettere errori ed incappare in perdite di tempo.

Ven, 16:19 giampaolobrilli
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 0.
Risposta:

Si e' più che giusto avere la certificazione del impianto elettrico: serve un elettricista abilitato a rilascare tale certificazione. 

Ven, 14:21 Edilsystem60
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS