Home > Impianti Meccanici > Ricambio Aria 21 03 2016

ricambio aria

Sono proprietario di un locale che trasformerò in ristopub. Per garantire un ambiente salubre e per quanto possibile “confortevole”, vorrei inserire nei lavori di ristrutturazione della cucina, la realizzazione di un impianto professionale di ricambio di aria (non so se sia consigliabile a questo punto, estenderlo a tutto il locale…). Vi lascio qualche informazione tecnica:

-  la cucina misura 35 mq, mentre la sala 140;

-  il locale è composto da due vetrine di circa 8 mq l’una ed ha tre finestre poste in alto di 150x70 nella zona dedicata alla cucina;

- la cucina si trova ad un livello inferiore rispetto alla sala ed è collegata al resto del locale tramite una scala.

Secondo il vostro parere quanti split a controsoffito mi consigliate per garantire il ricambio di aria? E di che potenza?

3 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Un flusso costante di aria di rinnovo è necessario quando lo stesso ambiente è occupato da molte persone e per lungo tempo. In tali condizioni l'aria viziata deve essere espulsa e sostituita da aria fresca, al fine di mantenere il corretto livello di ossigeno e rimuovere i contaminanti.

Negli edifici con destinazioni d'uso diversificate (cucine, ospedali, laboratori ecc.) che richiedono un continuo ricambio dell’aria, è importante bilanciare i flussi d'aria per prevenire cattivi odori e umidità.
La ventilazione, negli edifici dotati di isolamento termico, può causare la perdita indesiderata di energia ogni volta che l’aria di ripresa è espulsa all’esterno. L’integrazione di uno scambiatore di calore aria-aria, con funzione di espulsione nel circuito di ricambio dell'aria viziata e di immissione di aria fresca, limita la dispersione dell'energia, riducendo il carico di riscaldamento o raffrescamento richiesto al sistema di climatizzazione.

L’aria viziata è quindi sostituita con aria nuova filtrata prelevata dall’esterno.
Sia l’aria esterna che quella interna si incrociano nella batteria di scambio termico dove avviene un interscambio di calore ed umidità.
Un’unità può essere collegata a quattro condotti che convogliano e distribuiscono in modo mirato i diversi flussi d'aria.

Quindi avrà bisogno presumibilmente di una unità di questo tipo ed un impianto con bocchette d'immissione e aspirazione aria distribuite nel locale.

Lun, 17:01 arch.paolo
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Ricambiare l'aria in modo forzato in un locale e' sempre consigliato, calcolando specialmente il fatto che ci saranno tante persone.affidarsi solo al ricambio aria dalle finestre non'e' possibile (intemperie, alta temperatura esterna,ecc..).per il calcolo della potenza e quanti split ci vogliono servono piu' indicazioni oltre ai mq servono altre misure della sala e cucina.

Lun, 14:42 tecnoservicepalese
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 0.
Risposta:

Prima di valutare il discorso del ricambio d'aria con una ventilazione forzata volevo capire se la posizione della cucina è interrata?

Lun, 17:27 vecchio.franchi
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS