Home > Impermeabilizzazioni > Vernice Impermeabilizzante 12 11 2015

Vernice impermeabilizzante

Ho deciso che è arrivata l’ora di pitturare casa all’esterno.

Mi sono però accorto che al di la del colore, rispetto alla pitturazione interna, la vernice da esterni è molto più costosa. Pensavo, quindi, se fosse possibile utilizzare una vernice impermeabilizzante in modo da avere un risparmio in termini di consumi energetici  e usufruire inoltre della detrazione fiscale del 65%. E’ una cosa fattibile? Considerando il prezzo maggiore della vernice isolante avrei comunque un risparmio a lungo termine giusto?

4 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Attenzione, una vernice "impermeabilizzante" protegge dagli agenti atmosferici, quello che forse è più adatto al suo scopo è pittura termoisolante.

Detto ciò, sì certo, quello che chiede è una cosa fattibile, se la scelta è tra pittura classica e quella termoisolante, avrebbe sicuramente dei risparmi in termine di risparmio energetico a lungo termine, nel senso che l'involucro edilizio isolato termicamente in modo adeguato (evitando ponti termici) consentirebbe di ridurre il fabbisogno di riscaldamento in inverno e quello di condizionamento in estate, poichè blocca l'ingresso del freddo nel primo caso e del caldo nel secondo.

Ovviamente per assicurare un risultato ottimale bisogna prima verificare le caratteristiche tecniche della pittura, la composizione delle pareti su cui questa si va ad applicare, poichè le vernici termoisolanti contribuiscono al miglioramento della coibentazione della parete già isolata termicamente, invece come unica soluzione il vantaggio è minimo.

Inoltre, affinchè l'intervento sia completo e davvero funzionale, bisogna anche accertarsi delle caratteristiche termiche degli infissi, nonchè di tutte le chiusure che dividono l'interno della casa dall'esterno.

Gio, 12:10 MBRstudio
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Associare al contesto pittorico il fattore isolante oggi e possibile. Si chiamano pitture termo riflessive; sono impermeabili, traspiranti, composte da polimeri e nanosfere di ceramica.

Corcordo con quanto gia espresso dai colleghi, bisogna inanzitutto fare un'attenta analisi della zona geografica dove si trova l' abitazione e che tipo di orrientamento, oltre alla tipologia architettonica della stessa.

Nei climi caldi, in cui risulta prevalentemente la neccesità di raffrescamento estivo, rispetto al riscaldamento invernale, una finitura superficiale esterna dall'elevato valore di riflessione alla radiazioni solari e alta emmisivita, e' certamente la soluzione piu' giusta.

Altra cosa e per le regioni piu fredde, dove è opportuno un ragionamento diamentralmente opposto, cioe un basso fattore di riflettanza alla radiazione solare estreno per facilitare l'accumolo di calore, e l'utilizzo dei rivestimenti termoceramici interni. 

Agendo sulla riduzione del flusso termico per trasmissione mediante incremento della temperatura superficiale, queste soluzioni oggi aprono una nuova frontiera nel mondo dell' isolamento termico, favorendo un ottimo comfort termico.

Sempre più oggi si fanno sentire l'esigenze di intevento interno, visti i costi di una tradizionale soluzione esterna.

Ad oggi solo la regione Emilia Romagna porta in detrazione fiscale al 65% il retso d'Italia e 50%

 

Alcuni dati tecnici di riferimento al prodotto GP Sun Zenit 

Conducibilità termica DIN 52616 0,05 W/mK
Assorbimento capillare all'acqua EN 1062 Classe W3
Permeabilità al vapore EN 1062 Classe V2
Permeabilità alla CO₂ μ EN 1062 >3x10
Allungamento EN ISO 527-1 70-100%
Resistenza a trazione EN ISO 527-1 >3 MPa
Adesione al supporto EN 1542 >1,5 MPa dopo invecchiamento >2 MPa
Flessibilità a freddo -38°C piegatura a 90° nessuna fessurazione
Riflettanza solare ρ range 280-2500 nm ASTM E 892-82 85%
Potere emissivo ε 90%
Infiammabilità classe B1
tipo FIRE classe A
Gio, 20:39 Marco Gamba
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Premetto che non conosco a fondo il prodotto e che tipo di isolamento possa garantire, rimango dubbioso sulle caratteristiche proprie del materiale che sicuramente rispetto ad altri tipo di isolamento (cappotti con pannelli in poliuretano espanso, in fibra di legno, termointonaci, airgel, ecc.) è troppo vincolato alla qualità della posa.

Sulla durata del prodotto non vi sono garanzie se non quelle delle case produttrici e poi si informi con sicurezza se consente il recuepro del 65%.

Gio, 12:23 vecchio.franchi
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Premesso che sarebbero necessari i dati tecnici d'isolamento termico dell'involucro edilizio così come è attualmente, le pitture anche se isolanti probabilmente non Le consentirebbero un risultato adeguato per ottenere lo sgravio del 65%.

Come già accennato dal collega, un isolamento termico adeguato si ottiene con un cappotto termico o in alternativa con un insufflaggio di materiale isolante all'interno delle intercapedini dei muri perimetrali, qualora non fosse già presente un materiale isolante nell'intercapedine stessa.

Gio, 16:50 giampaolobrilli
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS