Home > Impermeabilizzazioni > Impermeabilizzazione Fondazioni 18 04 2016

impermeabilizzazione fondazioni

Una richiesta di info generica: ho una taverna con enormi problemi di umidità. Impermeabilizzare le fondazioni pensate sia un lavoro fattibile e non troppo impegnativo oppure è un lavoro complesso che richiede un certo tempo? Dopo aver provato diverse soluzioni con questa infiltrazione sono giunto alla conclusione che l’unica soluzione sia agire dall’esterno, impermeabilizzando tutto il contorno della casa!

7 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Il suo problema richiederebbe la rimozione del terreno aderente alle fondazioni, quindi questo significherebbe operare uno scavo lungo tutto il perimetro dell'abitazione per andare ad applicare idonei prodotti impermeabilizzanti, naturalmente questo comporterebbe costi elevati nonchè difficoltà non irrilevanti di intervento, senza contare che spesso questa soluzione è impraticabile per vari motivi.

Il mio consiglio è quello di intervenire con il sistema detto Inietta&Impermeabilizza® a base di bentoniti sodiche. Questo sistema consente di effettuare impermeabilizzazioni dell’estradosso delle murature controterra evitando scavi e sbancamenti del terreno con indubbi vantaggi e rapidità di intervento.

Può essere impiegato su tutti i tipi di murature: mattoni, pietra, tufo, miste, ecc. prive di impermeabilizzazioni.

Fonte: http://www.tecnored.it/impermeabilizzazione-muri-controterra-2/

Lun, 11:44 cristian.sporzon
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Contrariamente a quanto suggerito dal collega io in questo caso opto per la soluzione con onde elettromagnetiche, anche perchè vanno valutate le cause di umidità presenti se sono dovute alla mancanza d'impermeabilizzazione delle muratura all'esterno controterra oppure alla presenza di falda acquifera, alla vicinanza con una fossa biologica e/o un pozzo perdente, ecc.

Consiglio di contattare la società ECODRY di Bovisio Masciago (Mi) www.ecodryitalia.it che effettueranno un sopralluogo per valutare al meglio il Suo problema e darle la migliore soluzione del caso.

Installeranno ad un mio cliente questo genere di apparecchio per una spesa di circa € 5.000.- più IVA per un appartamento di circa 120 mq.

Lun, 18:55 vecchio.franchi
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Mi associo al collega che propone, logicamente dopo attenta analisi dell’effettiva situazione di fatto, l’ipotesi di applicare un sistema di deumidificazione con onde elettromagnetiche.

Ho sperimentato già da alcuni anni, all’interno di un area piuttosto vasta (oltre 500mq) in un seminterrato di un edificio storico, un sistema della ditta Biodry (www.biodry.eu) che utilizza la stessa filosofia di Ecodry.

Posso confermare che il sistema funziona seriamente. Ho seguito personalmente tutto l’iter preliminare, la mappatura semestrale dei risultati, la successiva fase di ripristino delle superfici ammalorate.

Chiaramente va prima escluso che le problematiche non siano invece causate da infiltrazioni  dal terreno perimetrale, danni alla impermeabilizzazioni dei muri contro terra, o altro.

Mar, 0:05 GianpieroMeroni
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

In base alla mia esperienza il problema più grande delle strutture in c.a., contrariamente alla opere in muratura portante, è proprio l'isolamento dell'attacco a terra. Pertanto o si adottano le opportune soluzioni in fase di realizzazione delle fondazioni oppure è quasi impossibile risolvere completamente il problema (premetto però che non ho mai usato le onde elettromagnetiche ma nello stesso tempo nutro un po' di scetticismo).

E' possibile ridurre notevolmente (ma non completamente) il problema attraverso due interventi entrambi necessari:

1) isolamento/impermeabilizzazione dall'esterno del perimetro delle fondazioni, previo uno scavo fino al piede della fondazione;

2) rimozione del pavimento esistente, svuotamento del vespaio e realizzazione del nuovo vespaio con casseri a perdere tipo igloo. In tutte le travi di fondazione, comprese quelle di bordo, dovranno essere realizzati fori del diametro di 4 o 6 cm (non di più). L'areazione è di fondamentale importanza.

Lo stesso intervento è insuperabile nel caso di fondazioni in pietra, dove anche le indagini termografiche attestano la validità dell'intervento. 

Mar, 9:00 a_rugolo
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

L'intervento di impermeabilizzazione delle fondazioni è complesso ed oneroso. Bisognerebbe valutare l'effettiva possibilità di intervenire e spesso non è possibile capire la fattibilità finchè non si è provveduto ad uno scavo perimetrale. 

Le consiglio pertanto di intervenire contemporaneamente in due modi:

- scavare la pavimentazione interna della taverna e scavo (direi circa 40cm) per la realizzazione di nuovo vespaio aerato per mezzo di casseri a perdere tipo igloo. La ventilazione verrà realizzata attraverso un numero opportuno di forature nel perimetro dell'edificio. Tale intervento migliorerà sicuramente ed istantaneamente il comfort e la salubrità dello spazio interrato;

- applicare internamente sulle pareti della taverna un apposito intonaco deumidificante; un prodotto esempio potrebbe essere la "Biocalce Tasciugo" della Kerakoll.

Mar, 19:21 arch.fv
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Mi accodo ai colleghi che consigliano i sistemi Ecodry e Biodry.

Anch'io, avendolo consigliato a mio suocero, posso certificare che dopo un anno dall'installazione non solo l'umidità è regredita in taverna, ma anche nell'annesso garage.

Tali sistemi funzionano perfettamente quando l'umidità è dovuta a risalita capillare.

I tecnici di entrambe le ditte effettuano un sopralluogo gratuito nel quale verificano lo stato dell'arte, eseguendo un rilievo tecnico dell'immobile.

L'intervento è velocissimo, non richiede opere murarie, non è invasivo: si tratta di posizionare adeguatamente un piccolo dispositivo all'interno del locale interessato, possibilmente in posizione baricentrica. 

Le consiglio, prima di valutare interventi più complessi, di contattare entrambe le ditte e chiedere un preventivo.

Mer, 19:20 arianna.pozzuolo
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Avete provato con il cemento osmotico? si utilizza anche per impermeabilizzare in controspinta. 

Lun, 21:34 Arch. Antonio Renna
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS