Home > Impermeabilizzazioni > Chi Deve Pagare Questi Danni Condominiali 11 10 2016

chi deve pagare questi danni condominiali?

Di recente sono terminati i lavori di ristrutturazione di due appartamenti nel mio stabile. Le unità immobiliari sono state unite abbattendo dei muri e creando un unico appartamento grande. A distanza di tempo io e un altro condomino abbiamo riscontrato piccolissime crepe aprirsi sui muri (incrocio parete e soffitto) e crepe più grandi si sono presentate sul vano scala e sul pianerottolo trattato superficialmente con trattamento murario costoso "tipo stucco veneziano".

Le crepe sembrano essersi stabilizzate (per il momento) ma non riteniamo giusto riparare a nostre spese tali danni perchè riteniamo siano riconducibili ai lavori svolti di recente. L'impresa non vuole farsi carico di nessun costo perchè a suo dire non sono sati demoliti muri portanti ed eseguiti interventi tali da compromettere strutture o interferire sulla stabilità del fabbricato.

Mi chiedo chi deve pagare questi danni privati e condominiali e in che modo dimostrare che sono riconducibili ai lavori edili svolti dal nostro vicino.

9 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 5.
Risposta:

Alcune considerazioni in merito a fessurazioni e distacchi per assestamento:

- Ogni struttura se da tempo stabilizzata raggiunge un suo equilibrio tra forze e carchi accidentali che agiscono su di essa, tutte le modifiche che ne detterminino un cambiamento dei carichi accidentali anche se non riguardanti strutture portanti, possono creare le condizioni perchè si generino nuovi equilibri all'interno della struttura, cambiando la sua innerzia statica e quindi un suo diverso modo di esercitare la portanza, questo a breve o a lungo termine solitamente genera dei micro distacchi dell'intonaco il quale crea delle fessurazioni superficiali, inoltre tali assestamenti potrebbero prolungarsi nel tempo fino a che la struttura trovi il suo adeguato assestamento strutturale dato dalla diversa disposizione dei nuovi carichi accidentali. Gli adeguamenti interni con demolizioni e costruzioni di tramezze e creazioni di nuovi spazi generano inevitabilmente diversi carichi nei solai e nelle strutture verticali che vengono scaricate con le demolizioni e ricaricate con le ricostruzioni per gli inevitabili riposizionamenti delle ripartiture interne.

- Un'altra considerazione sulle lesioni da ristrutturazione negli edifici è data dall'età di costruzione e dal sistema costruttivo dell'edificio, il CA solitamente assorbe bene tutte le tensioni e i carichi anche quando si tratta di edifici oltre i 30-40 anni, sempre che sia stato adeguatamente calcolato e costruito con materiali di buona qualità.

- Le microfessurazioni non sono segno di danno strutturale ma di tensioni infinitesimali che si raccolgono nei sub strati nelle prossimità dei diversi materiali, movimenti in campo eleastico (struttura non deformata) delle strutture portanti. Mentre macro fessurazioni potrebbero essere segno di modifiche e lesioni  delle strutture sottostanti in campo plastico (stuttura staticamente deformata).

Chiaramente chi è intervenuto per modificare e ampliare con la ristrutturazione l'edificio è anche responsabile della creazione delle fessurazioni. Se le fessurazioni non erano antecedenti all'interventi di ristrutturazione.

Mar, 12:32 archigiorg
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 4.
Risposta:

E' buona norma, sia da parte dell'impresa che deve eseguire i lavori che da parte del direttore dei lavori, eseguire una serie di fotografie agli appartamenti sottostanti, prima di iniziare le opere, quando debbono essere eseguiti interventi che vanno a modificare la distribuzione dei carichi anche senza necessariamente andare a toccare muri portanti. Intanto è opportuno sottolineare che l'intervento eseguito dal condomino (fusione di due appartamenti) è più che legittimo e, come da Codice Civile, non necessita dell'assenso del condominio dato che l'intervento riguarda la sola cosa privata e non parti condominiali. Detto questo, se non ho capito male, lei parla di fessurazioni che si sono create all'interno del vano scale. Difficile, ma non impossibile, pensare che l'intervento eseguito nell'appartamento possa ripercuotersi anche nel vano scale. Solitamente tali fenomeni si verificano nel soffitto dell'appartamento sottostante. Proprio per questo è fondamentale visionare i progetti relativi allo stato "ante" e "post" intervento, eseguie una sovrapposizione ed individuare la posizione esatta delle fessurazioni. Un tecnico di parte saprà sicuramente aiutarvi a capire, prima di tutto, se le fessurazioni si sono originate a seguito dei lavori. Qualora emergesse che la responsabilità è da attribuire alla ristutturazione, trattandosi di parti condominiali, il condominio (con il supporto dell'Amministratore) potrà rivalersi nei confronti del proprietario dell'immobile (e non dell'impresa che ha eseguito i lavori). Per le parti private invece, ogni condominio dovrà procedere in modo individuale, trattandosi di porzione di proprietà esclusiva.

Mar, 11:48 gmp
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Come lei ha detto sembrano essere delle crepe di assestamento. Unendo due appartamenti sicuramente la struttura ha dovuto subire dei piccoli o grossi cambiamenti di carico, quindi è naturale quello che è accaduto.

Le consiglio di effettuare delle perizie per dar man forte alle sue richieste, perchè lei ha ragione il privato dovrebbe prendersi carico dei lavori di riadeguamento sia condominiali che degli altri privati.

Inoltre le consiglio anche un confronto con l'amministratore condominiale, il quale potrebbe darle maggior aiuto nell'esposizione del problema e far esposto verso il privato che ha eseguito la ristrutturazione.

Le comunico che l'impresa non è esente ma dovrebbe aver eseguito i lavori che ha commissionato il suo vicino di casa, quindi non è direttamente responsabile a mio modo di vedere.

Ma voi avete dato l'assenso ai lavori eseguiti con una riunione condominiale?

Mar, 10:01 arch_dg
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

I lavori di qualsiasi tipo anche se non demoliscono i muri portanti portano a delle vibrazioni delle strutture che possono creare danni superficiali allo stucco o anche più gravi come fessurazioni del muro.

Le consiglio quindi di contattare un tecnico (architetto o ingegnere) che possa fare una visita in cantiere, una perizia e possa fare una dichiarazione firmata che i danni possano essere riconducibili solo ai lavori recentemente terminati.

Questa dichiarazione le consiglio di farla pervenire prima all'amministratore e al suo vicino che ha commissionato i lavori.

In caso fosse necessario si può passare ad una denuncia per danni materiali a terzi.

Consiglio a lei e all'altro condomino che ha subito danni di contattare due tecnici diversi che facciano ognuno da CTP in tribunale in modo che una perizia uguale eseguita da due tecnici diversi sia meno confutabile.

Mar, 11:24 martinabasso.arch
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Le consiglierei di farsi fare una perizia tecnica per accertare l origine dei danni, successivamente chiedere il ripristino al soggetto che ha realizzato i lavori. Non necessariamente devono essere portanti i muri, possono verificarsi problemi anche spostando altre Masse.

Mar, 14:14 Ernesto Cimbalo Ingegnere Designer
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

La prima domanda da porsi è se a monte c'è un progetto regolarmente autorizzato.

Per quanto riguarda le fessurazioni e/o crepe bisogna sentire il parere di uno strutturista. Ottimale un accertamento tecnico e una relazione descrittiva ben circostanziata. A mio parere ha piorità determinare la natura e l'entità del danno, in secondo momento l'origine e per ultimo chi deve farsi carico dei ripristini. All'impresa, se ha lavorato su un progetto redatto da un tecnico abilitato (mi auguro) e sotto la supervisione di un Direttore dei Lavori non si può imputare alcuna responsabilità. 

 

  

Mar, 21:22 loredana.aguglitta
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Come hanno già detto i colleghi quando si fanno dei lavori edili si trasmettono vibrazioni all'intero fabbricato, anche se non si interviene su strutture portanti; inoltre l'intervento potrebbe essere avvenuto su pareti (tramezzi) collaboranti alla struttura, specie se questa è realizzata in muratura portante o mista; infatti spesso i palazzi di più antica costruzione venivano realizzati con muri portanti spesso paralleli legati poi da tramezzature colaboranti proprio per irrigidire e rendere più stabile la struttura stessa.

Logico però che per dimostrare quanto lei asserisce è necessaria la perizia di un tecnico che avvalori quanto sopra detto.

Mar, 11:46 alesmarotta
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

A mio parere nel caso delle crepe piccole non credo che riuscirebbe a ottenere un risarcimento. Infatti sono fenomeni che in qualche modo "purtroppo" vanno messi in conto quando siamo di fronte a ristrutturazioni più o meno importanti e non sono evitabili. Chiaramente se invece di semplici fessurazioni, parliamo di crepe, il discorso è diverso. In questo caso però vorrebbe dire che gli interventi di ristrutturazione hanno interessato parti strutturali dell'edificio. Visto che le crepe sono comparse nelle parti comuni, dovrebbe essere l'amministratore dello stabile ad occuparsi di contattare un tecnico che esegua le dovute verifiche.

 

 

Mar, 12:01 decaban
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Le consiglio di farsi fare una perizia da uno strutturista iscritto al CTU ,in maniera che  la perizia un domani  abbia valore legale. Lei può avere tutte le ragioni: da come ha descritto i fatti li sicuramente le ha, ma non è un tecnico competente quindi deve rivolgersi a uno che lo sia.

Mar, 17:19 GIUSEPPE SCOZZARI
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS