Home > Detrazioni E Incentivi > Dichiarazione di Fine Lavori Scia 23 03 2017

Dichiarazione di fine lavori SCIA

Ciao a tutti,

nel marzo 2016 ho effettuato una ristrutturazione straordinaria di un appartamento a sassari.

L'ingegnere ha depositato una scia con l'inizio lavori.

Ad oggi l'ingegnere risulta irreperibile e non ha ancora presentato la dichiarazione di fine lavori.

I pagamenti dell'azienda e del direttore ai lavori son stati effettuati con bonifici.

Mi chiedevo se senza la dichiarazione di fine lavori posso comunque accedere alle detrazioni irpef.

Posso presentare autonomamente la dichiarazione di fine lavori?

Se fosse deceduto come dovrei comportarmi?

Insomma non so proprio cosa fare!

Grazie anticipatamente 

saluti

Fabrizio

3 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 4.
Risposta:

Sicuramente la prima cosa da fare é cercare di mettersi in contatto con il professionista o qualche suo collaboratore; magari chiedere anche all'impresa se ha sue notizie.

In secondo luogo, se avete stipulato un contratto d'incarico verificare cosa avete sottoscritto in merito ad eventuali inadempienze. Lei ha comunque diritto al recesso del contratto in base all'art. 2237 del c.c.

Sì, la fine lavori la deve presentare un professionista che dovrà verificare se lo stato dei luoghi é conforme al progetto presentato, in caso affermativo redigere la variazione catastale e presentare la fine lavori.Inoltre se sono stati fatti lavori di tipo strutturale sarà necessario anche il collaudo statico, da presentare contestualmente con la fine lavori.

Non esiti a contattare un altro professionista che la può aiutare nel capire i passi che deve compiere per "sbrogliare" la situazione.

Gio, 12:39 silviagambula

Concordo appieno con entrambi i colleghi.

- m.gabriele - Gio, 14:24 -
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Ribadendo quanto già detto dai colleghi, si voleva integrare la risposta al quesito: il Fine Lavori non è determinante per l'accesso alle detrazioni quanto piuttosto al fatto che (si presume siano stati eseguiti lavori di manutenzione straordinaria con intervento sulle strutture, e/o interventi su parti comuni dell'edificio, per motivare la presentazione di una SCIA piuttosto che una CILA) la sua mancata presentazione comporta una serie di sanzioni pecuniarie e di ripercussioni sull'accesso alle certificazioni e collaudi necessari alla richiesta di abitabilità/agibilità (entro 15 gg dal Fine Lavori).

Inoltre a fine lavori si dovrebbe depositare la variazione catatale (richiesta all'atto della dichiarazione) entro il termine di 30 gg dalla data di ultimazione dei lavori (termine effettivo della conclusione delle opere e che determina che i locali addivengono "abitabili o servibili all'uso cui sono destinati"). Ad esempio se la data della fine lavori e quella della variazione catastale dovessero differire oltre il detto termine, si va incontro a ravvedimento operoso.

Gio, 16:33 afpiug
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

In merito a quanto descritto purtroppo non le resta che cercare disperatamente contatti vicini al professionista per arrivare ad una risposta.

Sicuramente la fine lavori la deve redigere il professionista, anche perchè la fine lavori è costituita da alcuni elaborati obbligatori che solo i professionisti possono timbrare e firmare (es. docfa)

Nel caso di negligenza (sparizione) può certamente contattare per vie legali e richiedere danni; nel caso di morte lei dichiara di assumere un altro professionista che conclude la pratica. In quest'ultimo caso le consiglio di andare a richiedere un certificato di morte (da esporre con il cambio del professionista) e non far passare la tempistica dell'iter della pratica (esempio i 3 anni dall'inizio dei lavori per la DIA).

Gio, 11:58 arch_dg
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS