Home > Detrazioni E Incentivi > Detrazioni Fiscali Ristrutturazione Date da Considerare 03 06 2017

Detrazioni fiscali per ristrutturazione: date da considerare

Sto per iniziare la ristrutturazione del mio nuovo appartamento. La ristrutturazione sarà totale dato che l'appartamento non era mai stato ristrutturato dalla sua costruzione originale (primi anni '60).

Sto cercando di capire quali sono le detrazioni fiscali che potrò richiedere e pur avendo consultato la nuova guida dell'agenzia delle Entrate mi è rimasto qualche dubbio che magari voi addetti ai lavori sarete in grado di chiarire:

1)Detrazione sui lavori affidati all'impresa: l'impresa mi ha fatto un preventivo con la lista di tutti i lavori che eseguiranno, ad es. impianto elettrico, idrico, costruzione secondo bagno, demolizione e ricostruzione di tramezzi, realizzazione di controsoffitti, cabine armadio, pavimenti, rivestimenti e tinteggiatura pareti. Da quanto ho capito nessun tipo di detrazione è prevista per questi lavori ? La fattura sarà però emessa con IVA agevolata al 10% giusto?

2)Acquisto di elettrodomestici e mobili fino a € 10,000 - ho capito che è possibile richiedere la detrazione del 50% fino ad un max di 10,000 se di classe energitica idonea. Non mi è chiaro il discorso della data. Leggo che per usufruire di questa detrazione la data di INIZIO lavori deve PRECEDERE quella di acquisto dei beni.

2a) Dove si chiariscono le date? Per l'inizio dei lavori fa fede la data di inizio dei lavori, fa fede la data inserita sul contratto con l'impresa o sulla fattura (e quindi deve essere inserita)? Ad esempio io inizierò i lavori il 15 giugno, ho ordinato la cucina e relativi elettrodomestici ad aprile, pagando un acconto con assegno, l'ordine effettivo partirà solo a fine giugno per garantirci la consegna e il pagamento a fine settembre, in tempo per la fine dei lavori. In questo caso farà fede la data del pagamento di settembre?

2b) Per l'ordine dei mobili/elettrodomestici, avendo pagato un acconto con assegno non potrò includere quell'importo nella detrazione, ma solo il saldo tramite bonifico ? 

3) Detrazione sui serramenti, infissi etc etc: è possibile chiedere sia la detrazione fiscale del 65% che quella sugli elettrodomestici e sulla ristrutturazione eventualmente? sono cumulabili tra loro ? 

grazie mille

cristina 

2 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Buonasera,

per poter accedere alla detrazione prevista del 50% sulla spesa effettuata, i lavori devono essere di manutenzione straordinaria certificati da una CILA (comunicazione inizio lavori asseverata presso il proprio comune o municipio di appartenenza) presentata e asseverata da un tecnico. 

Si intendono lavori di manutenzione straordinaria i lavori di costruzione e/o demolizione di muri che variano anche parzialmente la planimetria dell'immobile; il rifacimento degli impianti idrico-sanitario, elettrico, gas. Sostanzialmente quindi tutti i lavori da lei descritti rientrano nella detrazione del 50%. Naturalmente per l'inizio lavori fa fede la data di inizio dei lavori prevista dal tecnico nella CILA. 

Sarebbe inoltre opportuno poter scaricare tutti i materiali utili alla ristrutturazione come pavimentazioni, rivestimenti, sanitari, materiale elettrico, ecc. ma tutti i materiali devono essere acquistati dall'impresa che fà i lavori e fatturati a lei sempre con iva al 10%.

Per quanto riguarda gli elettrodomestici, oltre a dover appartenere alla classe A+, questi devono essere fatturati dopo l'apertura della CILA che rimane il documento fondamentale per richiedere qualsiasi detrazione. Naturalmente tutti i pagamenti sia all'impresa sia al tecnico/direttore dei lavori  devono essere effettuati tramite bonifico per ristrutturazione edilizia e conservati con la fattura relativa.

E' opportuno inoltre che al fine lavori (facoltativo) segua la variazione catastale presso l'agenzia delle entrate, sempre effettuata dal tecnico.

Per ogni delucidazione sono a sua disposizione.

arch. Alessandro Marotta 

Lun, 19:16 alesmarotta
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Concordo appieno con l'architetto Marotta.

Mi raccomando a non fare i lavori senza CILA... altrimenti si dimentica le detrazioni.... e soprattutto poi è costretta a sanare i lavori.

Lun, 22:11 m.gabriele

GRAZIE mille per i vostri chiarimenti. Certo, farò in realtà la SCIA seguita da un architetto, non avevo realizzato che le date dovevano fare riferimento a quel documento. 

 

- cristina.marchionne - Mer, 20:05 -
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS