Home > Detrazioni E Incentivi > Bonus Mobili Ristrutturazione 05 05 2015

bonus mobili ristrutturazione

Devo eseguire lavori in cucina con sostituzione delle tubature e creare attacco per lavatrice. Sono andata all'agenzia delle entrate dove mi è stato detto che rientrano nei lavori straordinari e posso usufruire del bonus mobili. Al comune invece mi hanno detto che questi lavori rientrano nei lavori di manutenzione ordinaria e non posso ottenere bonus mobili. CHI HA RAGIONE E COSA DEVO FARE PER POTER OTTENERE BONUS MOBILI. RINGRAZIO.

6 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

I lavori di manutenzione ordinaria NON permettono di fruire delle detrazioni fiscali (solo quando riguardano le parti comuni).

Ma nel suo caso, non è necessario un intervento edilizio per la sostituzione di parte dell'impianto?

Solo così rientrerebbe nella manutenzione straordinaria, pertanto, potrebbe fruire delle detrazioni fiscali incaricando un tecnico per la presentazione di una pratica edilizia.

http://www.ristrutturareperrisparmiare.it/1/ristrutturazione_edilizia_71...

I lavori sulle unità immobiliari residenziali e sugli edifici residenziali per i quali spetta l’agevolazione fiscale sono:

  • le spese sostenute per interventi di manutenzione straordinaria, per le opere di restauro e risanamento conservativo e per i lavori di ristrutturazione edilizia
  • manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali

Oltre alle spese necessarie per l’esecuzione dei lavori, ai fini della detrazione è possibile considerare anche quelle per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse, le spese per prestazioni professionali comunque richieste dal tipo di intervento, le spese per la messa in regola degli edifici, le spese per l’acquisto dei materiali, il compenso corrisposto per la relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti, le spese per l’effettuazione di perizie e sopralluoghi, l’imposta sul valore aggiunto, l’imposta di bollo e i diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le denunzie di inizio lavori, gli oneri di urbanizzazione, gli altri eventuali costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi nonché agli adempimenti stabiliti dal regolamento di attuazione degli interventi agevolati (decreto n. 41 del 18 febbraio 1998).

Con pratica per manutenzione straordinaria (CIL o CILA) si può fruire anche del bonus mobili (il 50% sino ad un tetto massimo di 10.000,00 euro, quindi 5.000,00 in detrazione in 10 annualità).

In questo caso non è importante l'oggetto dell'intervento, la pratica potrebbe riferirsi ad intervento edilizio nel bagno ed avere diritto al bonus mobili per l'acquisto della cucina.

Mer, 13:17 architetto Davide Amerio
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Premesso che la riduzione di imposta si può ottenere in due modlalità

1- Per lavori di manutenzione straordinaria

2- Per acquisto arredi (bonus mobili) con tetto massiomo di 10.000 euro di spesa

Nel suo caso potrebbe avvalersi del bonus fiscale:

  1. attraverso la presentazione (a cura di un tecnico abilitato) presso il Comune di appartenenza di una pratica denominata CILA che prevede fra i vari lavori anche il rifacimento di impianti tecnologici;
  2. potrebbe avvalersi del bonus mobili se dovesse acuistare  anche la lavatrice l'importante che sia di classe non inferiore A+.
Mer, 12:47 Studiobero
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

La riduzione di imposta si può ottenere presentando una CILA che attesti la ristrutturazione con uno sgravio fiscale del 50% e iva al 10% inserendo anche l'acquisto dei mobili fino ad un massimo di 10.000 euro.

Mer, 13:03 architettomadonna
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Le definizioni di Ag Entrate e Comune per quanto riguarda i lavori di manutenzione ordinaria SONO DISCORDANTI. Ma nel suo caso si risolve facendo una Cila.

Mer, 13:32 Ernesto Cimbalo Ingegnere Designer
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Confermando ciò che hanno esposto i colleghi: aggiungo che frose può essere utiile un caso pratico.

In questi casi non mi pongo molti problemi se sia manutenzione ordinaria o straordinareia e opto dirtettmente per la presentazione di una CIL (o CILA) senza preoccuparmi di ciò che dice il Comune.

Nella richiesta prevedo sempre interventi su impianti in quanto rientra certamente in manutenzione straordinaria.

Il Comune potrà obiettare sul tipo manutenzione ma non può rifiutare la pratica che è quel che è necessaria per l'accesso alla agevolazione.

Come scritto più sopra, la manutenzione ordinaria non ha diritto ad agevolazioni (se non su parti comuni).

In questo modo evito di entrare in disquisizioni sul tipo di intervento, unico onere è che occorre preverere i costi di una pratica edilizia ed eseguire i pagamenti con bonifico bancario specificando bene la causale così da poter dimostrare sia il titolo sia i pagamenti

 

Mer, 17:18 robby54
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 0.
Risposta:

Il bonus mobili si ottiene per acquisto degli stessi e x elettrodomestici ad alta efficienza. Per la ristrutturazione se è ordinaria nel suo caso no , ma con un  tecnico può dimostrare di aver fatto prevalentemente il rifacimento di impainti e pertanto accedervi

Mer, 16:03 geom a.castagna
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS