Home > Detrazioni E Incentivi > Acquisto Materiali Ristrutturazione Quali Detrazioni 28 04 2018

acquisto materiali per ristrutturazione: quali detrazioni?

Dovendo ristrutturare completamente un appartamento di 66 mq, chiedo ai professionisti iscritti al sito, informazioni circa la possibilità di detrarre l'acquisto di materiali come piastrelle, sanitari, rubinetti, porte  direttamente acquistate dal sottoscritto. Contrattualmente ho pattuito un importo con l'impresa per l'esecuzione di tutti i lavori edili, escludendo volutamente l'approviggionamento di tutte le finiture interne, così da poterle acquistare direttamente. A quali detrazioni ho diritto acquistando direttamente tali materiali? Specifico che si tratta della ristrutturazione di una prima casa. Qual è l'aliquota IVA che dovrò pagare sostenendo direttamente gli acquisti?

1 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Buongiorno,

bisogna innanzitutto chiarire una cosa:

PER ACCEDERE ALLE DETRAZIONI FISCALI (50% DELL'IMPORTO SOSTENUTO SU IRPEF) E' NECESSARIO CHE VENGA DEFINITA E PRESENTATA UNA AUTORIZZAZIONE EDILIZIA PER MANUTENZIONE STRAORDINARIA, RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA O RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO, senza una pratica edilizia le detrazioni sono INACCESSIBILI.

Poco male comunque, perchè ANCHE le spese tecniche sono detraibili.

 

Stabilito ciò, Lei può detrarre anche il costo delle eventuali forniture di materiale acquistato direttamente, a patto che il pagamento venga effettuato (come di consueto con le opere edilizie da portare in detrazione) mediante BONIFICO PARLANTE PER DETRAZIONI e non in altra maniera.

Come Lei sa già ovviamente gli importio detraibili sono da intendersi comprensivi di IVA.

Quanto all'aliquota IVA, inoltre c'è da sapere che:

-L'impresa edile Le applicherà aliquota 10%

- Laliquota IVA per l'acquisto diretto dei materiali è pari al 22%, A MENO CHE LA SUA PRATICA EDILIZIA SIA PER RESTAUTO E RISANAMENTO CONSERVATIVO, in tal caso l'IVA è al 10%

- In caso di fornitura e posa di beni quali porte interne, infissi o "beni di valore significativo", l'aliquota IVA sarà pari al 10% per il solo costo di posa + l'equivalente valore della fornitura, mentre la restante parte della fornitura andrà al 22%. 

Ad esempio, se i suoi infissi costassero 10.000 € + 1.000 € di posa, Lei pagherebbe 2.000 € (1.000 di posa e 1.000 di fornitura) al 10% + 9.000 (10.000-1.000 per fornitura) al 22%.

Anche in questo caso, l'aliquota IVA totale al 10% potrebbe essere applicata su tutta la somma SOLO SE LA SUA PRATICA EDILIZIA SIA PER RESTAURO O RISANAMENTO CONSERVATIVO.

 

Buona giornata

 

 

Lun, 10:15 marioimbergamo

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+com...

 

Nella guida dell'agenzia delle entrate trova comunque ogni informazione di cui ha bisogno

- claudiocarpana - Mer, 15:10 -
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS