Home > Coibentazione Isolamento > Lana di Vetro O Lana di Roccia 08 02 2017

lana di vetro o lana di roccia?

Sto valutando l'acquisto di un immobile sito all'ultimo piano di edificio di 4 piani. Al di sopra si trova una soffitta sottotetto di proprietà con falde inclinate e di altezza massima 3 m. Nella valutazione dell'immobile sto cercando di considerare il recupero del sottotetto. Nel caso in cui non si possa fare, vorrei comunque isolare termicamente la copertura esistente e dalle mie reminiscenze di scuola di geometra ricordo che i materiali che si usano di solito sono lana di roccia e lana di vetro.

Voi che sicuramente siete più aggiornati di me, sapete dirmi che differenza c'è tra lana di vetro e lana di roccia, in termini non solo di potere isolante ma anche di costi, eventuale tossicità, durata nel tempo ecc.

7 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 4.
Risposta:

Personalmente ne' l'una ne' l'altra: per l'isolamento della copertura, necessitando anche di un buon sfasamento (cioè di traslazione nel tempo del passaggio del calore/freddo dall'esterno all'interno),  sono più propenso per l'utilizzo di fibra di legno in due strati (spessori da valutare in fase di verifica delle trasmittanze delle strutture) dei quali il secondo ad alta densità (favorisce l'impermeabilità del materiale ed il fissaggio della sovrastruttura della copertura).

Ricordo che oltre all'isolamento è importantissimo l'intero pacchetto che costituisce il tetto e la sua posa in opera, in base alla soletta di copertura (calcestruzzo, legno, laterocemento, laterizio, prefabbricato, metallica, ecc) sono possibili diverse soluzioni, ma sinteticamente le consiglierei di valutare la posa di barriera o freno vapore, tipo e spessore di isolante, telo permeabile al vapore ma impermeabile all'acqua e a tenuta d'aria ...nel loro interagire ....  il resto che sta sopra è meno importante.

Ricordi che isolanti tipo lana di vetro o roccia soffrono l'umidità e ogni volta che si inumidiscono/bagnano perdono progressivamente il loro potere isolante.

Una scelta mirata dell'intera composizione del pacchetto termico del tetto è obbligatoria per la buona riuscita dell'intervento

In ultimo: occhio agli eventuali ponti termici tra parete e copertura

Gio, 16:29 architettocasati

L' architetto ha fornito le giuste indicazioni " bisogna eseguire sopralluogo dei materiali esistenti e calcolare i risultati che si vogliono raggiungere sia nel periodo estivo che in quello invernale. calcolare le condense, iponti termici e qui casca il signore fra le prime 100 AZIENDE AL  MONDO  ( saint gobain ???? ) mi scuso ma e' stato troppo di parte.

Poi e' bene considerare la possibile presenza di roditori, e gli spazi applicativi , in mancanza di questi ci sono anche gli isolanti di ultima generazione I TERMORIFLETTENTI.

COMUNQUE VI SONO SOLO RISPOSTE ESAUSTIVE CON I GIUSTI CALCOLI PER OGNI SINGOLA SOLUZIONE.  

- luca.decassai - Mer, 20:09 -
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 4.
Risposta:

Sughero o fibra di legno sono i materiali migliori in quanto possiedono un maggiore peso specifico che fa si che il materiale funzioni per isolare sia dal freddo che dal caldo. In ogni caso c'è bisogno di un progettista esperto che calcoli lo spessore più consono e le fornisca i dettagli costruttivi per evitare ponti termici e assicurare la protezione del materiale isolante da acqua e umidità. 

Dom, 23:39 Arch. Spirandelli - architettura salubre ed efficiente

Mi permetto umilmente di dissentire in parte o quasi del tutto dalle risposte multiple e svariate che ho letto alla semplice domanda differenze tra lana di vetro e lana di roccia...premetto che sono un dipendente e progettista termo-acustico di un Gruppo multinazionale tra le prime 100 aziende al mondo per fatturato...multinazionale che produce direttamente molti di questi materiali citati in questo post...

  1. Lana di Vetro: ottimo, se non addirittura miglior materiale esistente al mondo, per acustica fono-assorbente (diversa da acustica fono-isolante). NON CORRETTO dire che ha una minore capacità acustica e densità della lana di Roccia...anzi in molti casi è proprio il contrario...la densità delle 'lane fibrose naturali' dipende anche dalle scelte produttive...esistono pannelli fono-assorbenti con densità fino a 130 kg/m3 anche con spessori da 20mm...Egregi Architetti vi prego di aggiornare le vostre informazioni andando direttamente alla fonte e non leggendo solamente nella giungla internet...CORRETTO invece attribuirne un elevato potere di isolamento termico (senza considerare che per questi confronti andrebbero valutai i coefficienti "lamda" basti solo pensare che la lana di vetro viene usata nella coibentazione delle marmitte...)
  2. Lana di Roccia: se messa ad esempio in un pacchetto con lastre di cartongesso, secondo il famoso principio Massa-Molla-Massa allora sì che possiamo inchinarci al suo potere acustico ma del tipo fono-isolante...è vero che anch'essa viene usata per il fonoassorbimento così come sughero, canape e quant'altro volete...ma le capacità vannno misurate e comparate in rapporto ad un coefficiente unico ed identico (coefficiente alpha sabine)...così come identico deve essere spessore e superficie del prodotto comparato...ma è la densità e la struttura organica del materiale che alla fine ha anche un buon pannello di cartongesso che poi effettivamente aiuta a "fonoriflettere" (scusate la parolaccia) una grossa parte dei rumori...la lana di Roccia ha rispetto alla lana di vetro spesso ha una più prolungata resistenza al fuoco, ma attenzione anche a questo aspetto non sempre vero ed assoluto...signori ricordiamoci che i leganti di tali fibre possono fare la differenza...
  3. ECOLOGIA: quante falsità che leggo? sughero e canapa naturali e lane di vetro o di roccia tossiche...assurdo...considerando che sono tutti elementi di origine naturale al massimo bisognerebbe attribuire loro l'aggettivo di tossico o innaturale quando se ne conosce esattamente la loro composizione chimica o i "leganti e collanti" usati...La lana di vetro o la lana di roccia tossica???...etc..etc...le nuove lane minerali ( definite FAV Fibre Artificiali Vetrose) sono persino state accreditate come materiali atossici e biosolubili dal Ministero della Salute e per chi "giustamente o ingiustaemnte" non reputasse attendibile la fonte c'è anche un documento ministeriale dello IARC (istituto e agenzia mondiale di ricerca sul cancro che studia la tossicità dei materiali da costruzione...)...ovvio che non si può generalizzare e bisogna controllare produttore per produttore così come io controllerei se effettivamente certi materiali sono fatti solo di sughero o canapa così come natura crea...a buon intenditor....

Al nostro amico che deve fare il suo sottotetto consiglierei di schiarirsi le idee prima su cosa vuole ottenere nel suo sottotetto...isolamento acustico? isolamento termico? fonoassorbimento? tutte queste cose insieme ma senza materiali tossici?...bene ha la fortuna di avere in italia ed Europa tante aziende corrette e serie che fanno tutte queste cose da sole o insieme...ma si informi bene alla fonte produttrice del materiale prima e per essere certo sono d'accordissimo su chi dice di far valutare da Enti Terzi l'attendibilità delle info ricevute dai produttori...ma che sia un Ente competente almeno!!!

- vincenzo.blancato - Ven, 1:12 -
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Come isolante termico è migliore la lana di vetro in quanto presenta minor conducibilità termica. 
Mentre dal punto di vista acustico viene considerata migliore la lana di roccia per via di pannelli ad elevata densità, non raggiungibili dalla lana di vetro.

Solitamente tali materiali vengono usati in intercapedini o direttamente appoggiate sull'estradosso dell'ultimo solaio (l'estradosso è la parte calpestabile dell'ultimo solaio) senza passaggio di persone se non per la normale manutenzione.

 

Mi pare di capire, invece, che Lei voglia recuperare il sottotetto. A questo punto valuterei dei pannelli isolanti per tetto tipo isotetto o isolpack ma è necessaria una analisi più approfondita per valutare quale sia il prodotto migliore.

Gio, 16:16 RiccardoRavioloArchitetto
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Io realizzerei un isolamento dall'interno inserendo almeno 12 cm di lana di roccia da 70 kg/mc, barriera al vapore continua (foglio di alluminio), cartongesso.

La barriera al vapore è una barriera anche alle eventuali emissioni di formaldeide presente (se prodotti scadenti) nelle resine utilizzate per aumentare la densità dei pannelli di lana di roccia.

Lana di roccia e lana di vetro dal punto di vista acustico in edilizia sono pressoché identiche.

Personalmente non vado matto per le fibre vegetali come la lana di legno o sughero in quanto in caso di presenza di condensa interstiziale all'interno del pannello potrebbero marcire o gonfiarsi.  Inoltre le fibre minerali sono incombustibili a differenza di tanti prodotti di origine vegetale come lana di legno o sughero.

Sab, 15:37 ing.rattini
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Consiglio vivamente la Canapa altamente isolante, naturale e che non da' alcun problema sulla qualità dell'aria e l'eventuale rilascio di polveri tossiche: poi suggerisco di confinarla attraverso un controsoffitto in fermacell o pannelli di argilla.

Gio, 16:25 archigiorg
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Riassumendo le risposte precedenti:

- nessuna delle due (rilasciano polveri tossiche)

- Indirizzarsi a prodotti naturali (fibra di legno, canapa, io aggiungerei anche il sughero) valuterà lei dalla zona qual e' il pacchetto piu conveniente).

- valuterei approfonditamente le caratteristiche e le condizioni generali del tetto, spesso all'aggiunta di un ulteriore strato puo risultare piu funzionale un nuovo tetto in legno.

Ven, 11:30 antoniovisonearchidesign
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 0.
Risposta:

So per certo che la fibra di legno ha ottime capacità di isolare anche in estate. Certamente più costosa degli altri materiali, necessita anche di più attenzione nella posa (ad esempio va stoccata in locali non umidi e posata tenendo sotto controllo le previsioni del tempo).

Mar, 23:32 ingmerlo
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS