Home > Coibentazione Isolamento > L’insufflaggio Delle Pareti un Buon Modo Garantire L’efficientamento
Stato: PubblicatoLa revisione corrente è quella pubblicata

l’insufflaggio delle pareti: un buon modo per garantire l’efficientamento energetico

insufflaggio esterno pareti

L’insufflaggio delle pareti: un buon modo per garantire l’efficientamento energetico

Raggiungere un buon livello di efficienza energetica è uno degli obiettivi principali da perseguire per la nostra abitazione. Con questa terminologia ci riferiamo a tutti quei processi che consentono di migliorare la prestazione dell’intera struttura abitativa, portando alla riduzione graduale e costante di costi e consumi energetici.

Tra le varie metodologie atte al raggiungimento di questo scopo, è utile approfondire come avviene l’isolamento termico tramite insufflaggio, che riteniamo essere adatto a conseguire risultati di tutto rispetto.

Questa pratica, al pari del più comune cappotto termico esterno, permette di garantire l’isolamento termico di un’abitazione in poco tempo, con una sensibile diminuzione dei consumi energetici e delle spese in bolletta.

L’insufflaggio di una parete interna si rende necessario quando abitiamo in una casa con murature provviste di intercapedine, uno spazio vuoto particolarmente frequente negli edifici costruiti in Italia, soprattutto tra gli anni 60 e 90, periodo storico in cui si costruiva senza considerare un adeguato piano di coibentazione termica.

 

La presenza di questo vuoto tra le murature di una casa, può essere problematica per il mantenimento di una corretta temperatura all’interno dell’edificio.

Si vengono a creare, infatti, delle correnti d’aria che penetrano all’interno, andando a generare una dispersione termica che può essere difficile da eliminare; in questo caso, durante la stagione invernale, sarà necessario tenere accesi i riscaldamenti per un periodo di tempo più lungo rispetto a quanto sarebbe sufficiente per mantenere una temperatura accettabile.

In estate la situazione si ribalta diametralmente, poiché tendono ad entrare in casa correnti d’aria calde e umide, con la necessità di tenere costantemente attivi i sistemi di condizionamento.

L’insufflaggio delle pareti interne risolve questa problematica, in quanto viene riempito il vuoto dell’intercapedine attraverso l’inserimento di prodotti altamente isolanti che garantiscono un ottimo livello di efficienza termica. In questo caso è consigliabile l’utilizzo di schiume isolanti che garantiscono un ottimo comfort termico.

 

Conviene realmente realizzare l’insufflaggio di queste schiume?

Non sono pochi gli aspetti che ci fanno propendere per una risposta affermativa. Innanzitutto, questa operazione può essere realizzata tanto in una casa abitata quanto in una che necessita di ristrutturazione.

Le tempistiche per portare a termine questo lavoro sono decisamente ridotte rispetto a quello che si crede; è sufficiente una giornata lavorativa per fare il tutto e si può tranquillamente rimanere in casa senza dover traslocare altrove (ovviamente è sufficiente preparare la stanza in cui si dovrà lavorare, spostando i mobili e liberando lo spazio necessario).

Il procedimento, oltre ad essere veloce, è anche più economico se paragonato all’installazione di un cappotto termico in una parete esterna.

Dobbiamo, inoltre, considerare che la coibentazione interna si può realizzare senza dover sottostare ad alcun vincolo o autorizzazione (nel caso dei condomini è necessaria una maggioranza per l'inserimento del cappotto termico)! E’ possibile, quindi, effettuarla in un singolo appartamento di un condominio, senza stare a richiedere un parere positivo dei condomini, così come in una casa indipendente.

CCome si realizza nel modo corretto l’insufflaggio delle pareti interne?

Prima di tutto si rende necessario procedere alla foratura dei muri che saranno interessati; conviene optare per una foratura multipla della parete, procedendo a realizzare l’operazione di insufflaggio della schiuma dal basso verso l’alto. La macchina e i materiali di insufflaggio stazionano a terra , soltanto un tubo e gli operatori entrano nella casa per realizzare la coibentazione termica .

Si inserirà la schiuma riempiendo tutti gli spazi vuoti, fino a che non si vedrà il prodotto fuoriuscire dai fori, prova inequivocabile che il processo di coibentazione della parete è terminato. Le schiume che vengono utilizzate oggi permettono di raggiungere anche gli angoli più nascosti, evitando di danneggiare eventuali tubature presenti; il prodotto solidifica velocemente senza lasciare residui o colature e già in poche ore riesce a garantire un buon livello di efficientamento energetico della casa.

Il lavoro realizzato non lascerà segni visibili in casa, grazie alla chiusura e rasatura dei fori.

I risultati di questo procedimento si potranno notare in poco tempo; si avrà un guadagno termico che potrà oscillare tra gli 1 e i 4 gradi centigradi rispetto alla situazione iniziale, con risparmio di energia elettrica e bolletta meno cara!

Potremo, così, abitare in un appartamento dal valore superiore rispetto a quello che avevamo in precedenza.

Tra le ditte che realizzano questo servizio segnaliamo Coibentare Casa.

Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS