Home > Coibentazione Isolamento > Come Pulire la Muffa Dai Muri 29 01 2016

come pulire la muffa dai muri

Ho una taverna, ristrutturata nel 2001 (prima era una cantina), che mi da' molti problemi di umidità e conseguenti muffe, soprattutto in un lato della sala. All’inizio non era così frequente la muffa, ma da quando abbiamo tagliato un albero di noce adiacente al lato della casa che combacia con il muro della sala, hanno iniziato a formarsi dei puntini di muffa ed a crearsi come delle bolle che sollevavano e scrostavano la vernice dal muro. Abbiamo coinvolto diversi professionisti, imbianchini, muratori, ecc, ed ognuno ha utilizzato un metodo diverso. Ci sono stati alcuni lavori che duravano un po’ più di altri ma alla fine, chi in più tempo chi in meno ,le macchie e l’umidità sono sempre comparse. L’ultima “trovata” è stata quella di far chiudere il buco dove c’era il noce con una colata di cemento, ma le macchie ed i puntini di muffa (questa volta devo ammettere che ci hanno messo un po’) sono ricomparse!! Avreste qualche consiglio da darmi su come pulire la muffa dai muri senza dover ricorrere ogni tot mesi ad un lavoro professionale?

E’ possibile vedere alcune foto del problema ...anche all'esterno (per capire come è dislocato l'immbile)

E’ interrato?

Se possibile anche l'esterni quando c'era l'albero.

Commento fi Robby 54, inserito in fase di moderazione

- moderatore.domande - Lun, 9:53 -
4 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Purtroppo i problemi di umidità spesso hanno come conseguenza la muffa ma non si risolvono eliminando quest'ultima. Per essere chiari l'umidità è la causa e la muffa è l'effetto e per non avere la muffa bisogna eliminare l'umidità non c'è altro modo per risolvere il problema. L'umidità può essere di risalita, cioè provenire dal contatto delle fondazioni col terreno su cui queste poggiano o provenire dal contatto delle murature col terrapieno. Il primo tipo di umidità risale dal basso sulle murature per capillarità e può essere risolta con una barriera fisica (proibita da diversi anni perché implica il taglio meccanico delle murature), con una barriera chimica (tipo metodo Peter Cox), con sistemi elettrostatici (dei quali non conosco l'affidabilità). L'umidità proveniente dal contatto col terrapieno si può affrontare dall'interno costruendo una controfodera alla muratura e lasciando una intercapedine tra le due o dall'esterno. Intervenendo all'esterno si può o togliere la terra a contatto con le murature, impermeabilizzare queste ultime e rimettere la terra, oppure si può usare un metodo abbastanza recente che consiste nel forare dall'interno le murature e iniettare dai fori resine ureiche che vanno a costituire una barriera sulla faccia esterna. Infine per lavare la muffa si può usare il cloro (la varechina, l'ACE)

Ven, 13:30 danilo.dimambro
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Per togliere la muffa consiglio lavaggi con  acido ipocloridico  o acqua ossiginata, ma il problema è di altra natura, può essere umidità ascensionale, intonaci esterni, raggiungimento di "punto rugiada" secondo dove è collocata la muffa, pressioni isoterme, ecc... le variabili sono molto, anche se presumo sia la parete e non umidità ascensionale, poi si deve vedere a che altezza, ecc... Non per scoraggiarla, ma tutti problemi risolvibili. Le consiglio una analisi termo-igrometretrica, dopo contatti una ditta seria per risolvere il problema, magari, come facciamo di solito, con garanzia almeno di 5/10 anni.

Ven, 20:33 Edilrisanamenti
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

La comparsa di muffe può avere diverse origini e la sua risoluzione non è spesso semplice. Nel caso in questione penso si tratti di un problema legato alla coibentazione termica delle pareti del locale. Suppongo che gli interventi eseguiti fino ad oggi si siano limitati alla rimozione delle spore di muffa con appositi prodotti ed all'applicazione di pitture antimuffa. Per un pò di tempo il problema si ferma per ricomparire dopo qualche anno. In linea di massima credo che la soluzione definitiva sia quella di eseguire una coibentazione a "cappotto" preferibilmente esterna in modo tale da coibentare la parete. Andrebbe verificato sul posto se esistono infiltrazioni meteoriche ecc.

Mar, 16:32 riccardoiozzelli
Se ritieni interessante la risposta votala:su
1 utente ha votato.
Risposta:

Si può aggiungere il caso di muffe per effetto di condensa, ma non mi pare questo il caso dato che nella domanda si parla specificamente di presenza di umidità nella muratura. Se la causa è la condensa, ovvero umidità dell'aria interna che si condensa su superfici fredde, bisogna evitare il "ponte termico" con la posa in opera di un isolante. E' comunque buona regola in caso di presenza di muffe aumentare il ricambio di aria nei locali interessati, in modo naturale aprendo per periodi sufficienti le finestre o mediante un estrattore d'aria.

Ven, 14:59 danilo.dimambro
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS