Home > Coibentazione Isolamento > Cappotto Interno Soluzione Migliore 29 01 2018

Cappotto interno: soluzione migliore

Buona giornata, ho letto attentamente le domande/risposte nel vostro sito. Ho bisogno di un aiuto. Vorrei, appena riesco economicamente, fare un cappotto interno alla mia casa. I muri risalgono ai primi del 900. Mattoni pieni, muri da 40 cm al piano inferiore e 25 cm al piano superiore. Nel 2000 ho iniziato la ristrutturazione. Ho fatto fare il consolidamento della struttura/intonaci ed il tetto da una impresa, il resto fatto da autodidatta in 3 anni. Il pavimento del piano terra è areato da un vespaio igloo ed i muri perimetrali sono stati tutti tagliati alla base da me ed isolati con appositi materiali. Il riscaldamento è tradizionale con termosifoni in ghisa. La casa non presenta nessuna traccia di muffa. Ho la necessità di isolare i muri x aumentare il comfort interno e cercare di ridurre i costi di riscaldamento (bolletta novembre/dicembre 2017 1300 €). Fino al 2016 scaldavo la casa con un camino a ventilazione canalizzata in ogni stanza. Ora non posso più x problemi di salute di mio padre (87 anni). Purtroppo nell'agosto del 2003 installando il cancello carraio mi sono sentito male, mi è caduto addosso rompendomi il collo e recidendo il midollo. Risultato: sono tetraplegico, paralizzato dal collo in giù, muovo appena le braccia ma non le mani. Scusate se mi dilungo, ho cercato di spiegare bene. Come ho detto vorrei fare un isolante interno non di spessore eccessivo, il cappotto esterno costa troppo, dovrei sostituire tutti i davanzali ed inoltre modificare il fissaggio delle imposte ad antoni. Ho visionato in internet diversi fornitori e materiali naturali. Purtroppo ci si perde!!! Ogni uno ha la soluzione ideale! Dal sughero ditta Lis, al areogel ditta Bifire, al Nobilium thermapanel ditta Agosti Nanotherm. Il fornitore di sughero mi ha proposto 3 cm di sughero con incollanti e rasanti naturali senza cartongesso, creerei una barriera non traspirante! la aeropan/aerogip mi propone il 10mm accoppiato con cartongesso. Il costo di aerogips è proibitivo: 80 eu mq. Agosti mi propone il Nobilium 0,9 mm incollato, senza tasselli e rasante ad intonaco normale. Non ci capisco più niente!!!!!! Voi cosa mi consigliate? L'abitazione si trova a Vigevano (PV) in zona centrale. Grazie e mi scuso ancora x il poema. Massimo

3 Risposte:
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 3.
Risposta:

Buongiorno,

in base al budget, alle possibilità di spazio che si può prendere ed in base alle prestazioni che si vogliono ottenere esistono un sacco di materiali diversi per isolamenti interni.

Un'ottima soluzione che abbiamo utilizzato in una recente ristrutturazione è il blocco Ytong Multipor 042 composto da idrati di silicati di calcio (non potevamo installare cappotto esterno per via dei confini) che garantisce elevata traspirabilità, buone prestazioni a livello termico con una conducibilità termica di 0,0392 W/mK. Inoltre è idrofugo, ininfiammabile ottimo isolante acustico e molto leggero che ne facilita la posa. Come collaggio e finitura ci sono i prodotti appositi della stessa serie. Gli spessori vanno dal 60 mm a 140 mm con il rasante di 3 mm. Però ovviamente un basso spessore darà basse prestazioni.

Sperando di esserle stato utile le auguro buona fortuna.

geom. Lorenzo Maggi - MCB progetti - Broni

Mer, 17:05 mcb progetti

Rimaniamo a disposizione.

Cordiali saluti

geom. Lorenzo Maggi - MCB progetti - Broni

- mcb progetti - Gio, 11:19 -

Grazie Geom. Lorenzo Maggi, Non avevo considerato questo prodotto. Mi sembra una valida soluzione. Buona giornata.

- massimo.sigolotto - Gio, 9:07 -
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 2.
Risposta:

Buongiorno,

purtroppo un cappotto posato dall'interno non porterà benefici eccezionali, soprattutto se realizzato con uno spessore esiguo per motivi di spazio.

Se comunque rappresenta l'unica soluzione possibile il mio consiglio è quello di andare su materiali naturali e fortemente igroscopici evitando di fatto qualsiasi tipo di barriera al vapore o similari.

Un sistema che mi sento di consigliarLe è quello prodotto da Naturalia Bau; sistema Pavadentro, specifico per interventi dall'interno, interamente realizzato con materie prime naturali e con una conduttività termica dichiarata pari a 0,043 W/mK.

Il fissaggio alla parete avviene tramite tassellatura meccanica (evitando l'uso di collanti) e la rasatura superficiale viene effettuata con intonaci naturali a base calce o argilla.

I materiali sono tutti certificati "natureplus", quindi per la bioedilizia e privi di emissioni nocive nell'ambiente interno.

Lun, 12:30 Arch. Brisciani
Se ritieni interessante la risposta votala:su
voti ricevuti: 0.
Risposta:

Salve,

come posatore le posso confermare che con Aerogel il problema lo può risolvere (basta anche solo 10 mm di spessore) ma costa abbastanza. Il mio consiglio,senza spendere soldi per altri materiali, è di fare un rivestimento con cartongesso accoppiato fissato sulla struttura per cartongesso (attenzione, si deve usare sempre il biadesivo sotto la struttura) e se fa anche un controffitto è meglio,così si va ad eliminare il ponte termico. Io ho sempre avuto ottimi risultati.

Gio, 21:39 edilconstructsrls
Con RistrutturoSicuro ottieni i migliori preventivi
Chiedi preventivi GRATIS
Vuoi una valutazione preliminare del costo dei tuoi lavori?
Chiedi parere GRATIS